Esteri

Chantal Sebire, dall”autopsia risulta un suicidio

Chantal SebireFRANCIA. Aveva implorato di morire, aiutata dall’eutanasia, Chantal Sebire, ma la giustizia le respinse tale richiesta.

La 52enne francese, affetta da una dolorosa forma di tumore al viso che oltre a deturparla l’aveva resa cieca, aveva richiesto una morte assistito che mettesse fine alle sue sofferenze. Dopo soli due giorni, il 19 marzo, il corpo senza vita di Chantal veniva ritrovato nel suo appartamento di Plombieres les Dijon. La procura aveva aperto un’inchiesta per verificare se la donna fosse morta per cause naturali o artificiali. Oggiè arrivata la notizia che Chantal si è suicidata, come conferma il procuratore Jean-Pierre Alacchi: “La Sebrie non è morta per cause naturali, ma in seguito all’ingestione di una dose mortale di barbiturici”. Dalle analisi tossicologiche, però, è risultato che il farmaco utilizzato dalla donna non è disponibile nelle farmacie poiché è utilizzato esclusivamente in campo veterinario. La procura, quindi, batte un’altra pista: Chantal ha fatto tutto da sola o qualcuno l’ha aiutata a morire?

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico