Caserta

Zaza D”Ausilio: “Il Parroco Giannotti contro il gazebo”

UdcCASERTA. Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del segraetario dell”Udc Zaza D”Ausilio.

“Sconcertante comunicazione di Don Antonello Giannotti, parroco del SS. Nome di Maria, al termine della Santa Messa domenicale delle ore 12.00. Ha, infatti, inteso avvertire l’assemblea dei fedeli che all’esterno della Chiesa, senza alcuna autorizzazione, ma sul suolo comunale, vi era una postazione per raccolta di firme. “Fin quando non finiranno le elezioni, saremo costretti a sopportare questa Croce!” ha esclamato testualmente. Il gazebo in riferimento era quello che l’UDC e per esso il gruppo giovanile, aveva allestito per la petizione popolare sul ripristino della preferenza per la riforma del sistema vigente contro il quale lo stesso sacerdote, in sintonia col Vescovo, pur si era pronunciato durante l’omelia pasquale, auspicando il ritorno al suffragio personale. Comportamento contraddittorio, dunque, ed esternazione discriminatoria, inopportuna e offensiva se si pensa che il Sacerdote sino ad oggi non aveva mostrata la medesima insofferenza verso altre iniziative politiche animate in prossimità della Chiesa (anche sul sagrato e non sulla pubblica strada) e se si riflette per un attimo sulla violenza della esclamazione, che apre la stura a tante interpretazioni. Ma quella letterale non consente incertezze. Soprattutto se si osserva che i volontari del Partito addetti al gazebo stavano svolgendo il proprio servizio con correttezza, massima discrezione e senza alcuna pressione persuasiva verso i fedeli in ingresso o in uscita dalla Chiesa. Forse don Antonello avrà voluto dare soddisfazione a qualcuno orientato diversamente andato a sussurrargli il proprio disappunto nell’orecchio. Comunque siano andate le cose,resta il fatto. Veramente sconcertante”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico