Caserta

Cerreto (An): “Più attenzione all”infanzia”

Marco CerretoCASERTA. Rispetto alla politica di incentivazione demografica e per la tutela della famiglia uno spunto di riflessione e di azione legislativa e’ stato aperto dalla Commissione Europea già nel luglio del 2007, con un dibattito per rivedere l’attuale normativa in materia di aliquote Iva ridotte.

La struttura delle aliquote iva, vigente nell’unione Europea, prevede un aliquota normale unica almeno del 15%, e non più di due aliquote ridotte, da applicarsi in determinate categorie. In virtù di accordi speciali, paesi come il Regno Unito, l’Irlanda, applicano aliquota zero su prodotti per l’infanzia, come vestiario e calzature, paesi come Portogallo, Polonia, Repubblica Ceca, applicano regime Iva ridotta per pannolini per bambini. Queste politiche, in piena recessione possono fornire anche nel nostro Paese arrivato alla crisi della terza settimana e per taluni anche della seconda settimana, un reale incentivo, rispetto a politiche di intervento che agiscono sul potere d’acquisto di una famiglia o di una ragazza madre. La stessa Commissione Europea ha riconosciuto che il ricorso ad aliquote ridotte può produrre vantaggini settori accuratamente selezionati. Il Parlamento Europeo ha chiesto un maggior coordinamento tra le politiche macroeconomiche e le politiche sociali affinché la crescita , la competitività e la produttività del sistema economico dell’Unione Europea risponda alle sfide dell’invecchiamento demografico in atto in Europa, indicando agli stati membri le seguenti priorità: prestare maggiore attenzione alla necessità di una spesa pubblica dedicata all’infanzia e alle famiglie, promuovere misure fiscali che stimolino l’aumento di del tasso di natalità ed adottare azioni positive a favore della genitorialità, sviluppare sistemi di sicurezza sociale favorevoli a minori e famiglie, garantire alle donne, dopo il parto, una protezione ed un sostegno specifici, in particolare alle ragazze madri. Pertanto, si ritiene prioritario già nel 2008, chiedere alla Commissione Europea anche come sta facendo il capogruppo di Alleanza Nazionale in Parlamento Europeo Roberta Angelilli,attraverso una petizione popolare che sarà avviata tra qualche giorno anche a Caserta di chiedere alla Commissione di fornire le linee e gli indirizzi necessari per la riduzione dell’Iva su tutti i prodotti per l’infanzia. “Estenderemo, d’accordo con l’Onorevole Angelilli, la campagna in tutta la Campania, afferma l’avvocato Marco Cerreto, che ha incontrato ieri il capogruppo al Parlamento Europeo, in Campania molte famiglie e molte ragazze madri versano in condizioni di semipovertà, specie con l’aumento ingiustificato dei prezzi anche per i prodotti per l’infanzia, non si riesce a far fronte alla spesa. Sarebbe un buon segnale, in vista della prossima legislatura, per rafforzare realmente le politiche a tutela della vita e della famiglia che oggi più di ieri sono minate non solo da politiche scellerate, ma anche dal mercato globale e dalla incapacità di creare un vulnus laico che comprenda in se valori etica e norme a tutela del futuro del nostro paese”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico