Campania

Parete, nomina scrutatori: polemica fra maggioranza e opposizione

scrutatoriPARETE (Caserta). Nel pomeriggio di giovedì si è proceduto alla nomina degli scrutatori per le Politiche del 13 e 14 aprile. Una piccola discussione tra maggioranza e opposizione ha animato le operazioni.

Si è proceduto al metodo “classico” del sorteggio, su proposta della minoranza, mentre la maggioranza propendeva per la nomina diretta. L’ultima legge elettorale, per intenderci quella ratificata dal centrodestra, definita dagli stessi una “porcata”, prevede infatti che la nomina degli scrutatori venga effettuata a discrezione dei consiglieri. Un metodo che certamente va ad alimentare sospetti di “favoritismi” e “clientelismo”, a discapito della trasparenza, e che, si spera, il prossimo governo elimini.

Sulla questione è intervenuto il responsabile della Sinistra Arcobaleno, Raffaele Tessitore. “Noi della Sinistra – spiega – abbiamo appoggiato politicamente l’idea del sorteggio proposto dai consiglieri dell’opposizione, ciò è avvenuto, successivamente, in presenza di alcuni cittadini. Siamo rammaricati per quello a cui abbiamo assistito, alcuni consiglieri della maggioranza, con un modo veramente poco consono, per non dire da ‘bettola ciociara’, non solo contestavano la nostra scelta del sorteggio definendolo ‘demagogico’, oltretutto ci incitavano a ‘fare presto’. Loro, in effetti, dovevano solo ratificare i nomi che si erano portati da casa. Denunciamo non solo un’occasione persa da parte della maggioranza di dare un segnale di trasparenza e di fiducia ai cittadini, in un momento così fragile per la politica e le istituzioni, ma condanniamo anche tali metodi poco trasparenti utilizzati per procedere a delle nomine, anche se la legge lo consente. Parliamo della legge elettorale emanata dal centrodestra, – conclude Tessitore – che non fa altro che continuare a creare un clientelismo politico in barba alla trasparenza democratica”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico