Campania

Il MpA di Lombardo registra numerose adesioni in Campania

MpANAPOLI. Complice anche la sindrome dello “approdo sicuro”, nel momento in cui si stanno per formare le liste per le elezioni politiche, scorrendo i nomi noti che ogni giorno appaiono sulla stampa, si nota un flusso migratorio sempre più marcato verso le formazioni più accreditate per la vittoria finale.

Particolarmente forte è il flusso verso la formazione politica che, in Campania, è sì di nuova costituzione ma è apparentata con il super favorito Silvio Berlusconi: il Movimento per le Autonomie dell’onorevole Raffaele Lombardo (che in Sicilia è candidato a governatore) e dell’ex ministro Vincenzo Scotti. Tanti sono i politici che già da alcuni mesi hanno aderito, quali il senatore Antonio Iervolino, i consiglieri regionali Antonio Milo ed Arturo Iannaccone, l’imprenditore aversano Armando Lama (grande “costruttore di consensi”, animatore del Movimento anche per la Puglia e la Calabria). A questi si sta aggiungendo un gran numero di parlamentari uscenti (particolarmente dell’area della vecchia Democrazia Cristiana), consiglieri regionali, provinciali e comunali, sindaci e professionisti della società civile. “La grande e qualificata partecipazione, l’apparentamento privilegiato con il ‘partito unico’ del centrodestra PdL, e il fattore ‘novità’ – affermano dalla dirigenza del partito di Lombardo – sono le favorevoli premesse perché la “Lega del Sud” possa costituire una piacevole sorpresa per vedere in Parlamento una forte rappresentanza campana di uomini determinati a far valere le ragioni del Sud e della Campania, in particolare, per la soluzione dei problemi atavici che la attanagliano e per il rilancio e lo sviluppo di una terra tanto bella quanto martoriata”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico