Napoli Prov.

Castellammare, polemica sui mezzi pubblici

fermata pullmanCASTELLAMMARE DI STABIA (Napoli). Sarà il prossimo 7 aprile la data a partire dalla quale inizieranno a Castellammare di Stabia gli interventi per migliorare la vivibilità quotidiana, annunciati nei giorni scorsi dal sindaco Vozza.

Si preannunciano grossi disagi per tutti i residenti delle zone interessate dai lavori, tanto che l”Amministrazione Comunale ha, più volte, invitato tutti i cittadini alla massima collaborazione ed ha lanciato un appello affinché, in tale periodo, sia preferito l’utilizzo dei mezzi pubblici a dispetto delle auto. Tuttavia, proprio tale ultima soluzione, suggerita dall’amministrazione, non sembra riscontrare tra i cittadini gli sperati consensi. «Utilizzo spesso i servizi pubblici per motivi di lavoro – spiega Giuseppe, residente in via Galeno – e devo dire che, allo stato attuale, non sono adeguati a far fronte alle esigenze dei tanti cittadini. Ad esempio, negli spostamenti tra Castellammare e Gragnano i mezzi pubblici non sempre sono adeguati, bisognerebbe potenziare maggiormente la ferrovia». Per Federico, residente in via Savorito: «Non penso di riuscire a fare a meno dell’automobile, anche perché se mi dovessi spostare per il mio lavoro sempre e solo con i mezzi pubblici non riuscirei ad adempiere tutte le incombenze. Comunque mi aspetto che almeno in tali giorni gli stessi vengano potenziati». Solidale con i cittadini l’opposizione di centrodestra, che per bocca di Antonio Sicignano, vicepresidente regionale dei Circoli della libertà e presidente del Cdl stabiese, attacca duramente l’amministrazione comunale. «Nel momento in cui il Sindaco ritiene che l’unica soluzione al traffico cittadino sia da rinvenire nei mezzi pubblici, fa capire senza mezzi termini che non conosce la città ed i servizi in essa erogati. Basta, infatti, recarsi al capolinea dei pulman in piazza Giovanni XXIII per vedere che i dispositivi elettronici per comunicare l’arrivo dei pulman non sono mai andati in funzione. Stesso discorso per quanto riguarda le pensiline disposte ad alcune fermate degli autobus. Sulla piazzetta davanti al liceo classico, infatti, esiste solo la base in cemento, in altri posti quelle che esistono sono ridotte in pessime condizioni, e sono finanche pericolose per l’incolumità di grandi e piccini. Come pure la pulizia delle strade adiacenti le piazzolle di sosta dei pulmann. In particolare nella periferia nord della città giacciono, in prossimità delle fermate degli autobus, indisturbati cumuli di immondizia». Conclude Sicignano: «Inviterei, il primo cittadino, a lasciare l’ auto blu in garage, per usare di più i mezzi pubblici, come fanno tanti comuni cittadini stabiesi».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico