Campania

Bertinotti chiede le dimissioni di Bassolino

Fausto BertinottiNAPOLI. Il candidato premier della Sinistra Arcobaleno, Fausto Bertinotti, chiede le dimissioni del governatore campano Antonio Bassolino subito dopo le Politiche del 13 e 14 aprile.

Durante una registrazione di “Porta a Porta”, Bertinotti ha dichiarato: “Penso che dopo le elezioni dovremmo produrre tutti insieme l’evento delle elezioni anticipate in Campania”. Sul fatto che il suo partito, Rifondazione Comunista, faccia ancora parte della giunta Bassolino, Bertinotti risponde: “Sarebbe stato facile sfilarsi in campagna elettorale. Faccio appello a Bassolino, decidiamo insieme. Non capisco perché chi ha fatto cose buone non deve ammettere che sulla questione dei rifiuti ci sono delle responsabilità e si è sbagliato”. Secondo il leader della Sinistra, “un ciclo politico in Campania è finito, ci sono solo le elezioni”.

Chi già prima di lui aveva invocato le dimissioni, ossia il segretario del PdCi, Oliviero Diliberto, commenta: “La Regione Campania è oramai diventata una specie di bubbone che può provocare soltanto problemi alla sinistra italiana nel suo complesso. Bassolino se ne deve andare. I rifiuti in Campania – aggiunge – con le conseguenti soluzioni adottate, sono una roba enorme, di portata storica, di cui pagheremo le conseguenze anche noi che non abbiamo responsabilità. E’ una roba intollerabile. Ormai non la metto più sul piano politico, ma mi chiedo dove sia la dignità di quell’uomo che rimane lì”. Così come Antonio Di Pietro: “Le dimissioni di Bassolino non sono un mio desiderio. Mi dispiace che una legislatura debba finire per le dimissioni di qualcuno, ma quando queste sono inevitabili è necessario, per riportare credibilità alle istituzioni, che chi ne ha la responsabilità faccia un passo avanti facendo un passo indietro”.

Nessun commento, invece, dal diretto interessato, anche se lo stesso Bassolino, attraverso il suo blog, aveva già definito “irresponsabili” coloro che tentano di “lucrare voti sulla questione dei rifiuti”. “Sul piano personale – aveva scritto Bassolino – dopo la ferita aperta dalla vicenda giudiziaria e l’amarezza dei giorni successivi, sento ancora di più la necessità di battermi in prima persona per superare questa crisi e per consentire alla nuova giunta di mettere in campo tutta la sua energia e competenza nell’affrontare la situazione. Sono convinto che si può fare un lavoro importante per costruire il futuro”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico