Napoli Prov.

A Castellammare arriva il Pulmino della Libertà

Antonio SicignanoCASTELLAMMARE DI STABIA (Napoli). Farà tappa domenica mattina nella città delle acque il “Pulmino della Libertà”, ovvero il mezzo voluto dal presidente Berlusconi e da Michela Vittoria Brambilla per sostenere la campagna elettorale del Pdl.

Ad accogliere il pulmino ci saranno Marcello di Caterina e Massimo Nicolucci, candidati nelle liste del Pdl in quota circoli della libertà, ed Antonio Sicignano, vicepresidente regionale del movimento della Brambilla nonché presidente del circolo stabiese. «Il pulmino – spiega Antonio Sicignano – rappresenta una modalità di comunicazione che interpreta pienamente la filosofia dei Circoli. Ovvero essere a fianco della gente, avvicinare i cittadini alla politica e coinvolgerli nelle scelte che influenzano il futuro del Paese. Siamo contenti – aggiunge – che i vertici del Pdl abbiano deciso, nel tour della libertà che il pulmino intraprenderà in tutta la Campania, di partire proprio da Castellammare. Città che rappresenta, come dimostrano i record negativi raggiunti con riferimento alla disoccupazione ed alla povertà dei nuclei familiari, il peggior governo di tutta la regione». Intanto, in tale occasione i Circoli della Libertà lanceranno una raccolta di firme per ottenere la conferma delle dimissioni del sindaco Vozza, che, dopo essersi dimesso lo scorso 17 marzo, sembra intenzionato a ritornare sui suoi passi. «Purtroppo – sottolinea Sicignano – ciò che manca nell’attuale panorama politico è la dignità di mantenere la parola data. E’ inaccettabile, inoltre, che il primo cittadino risolva la crisi politica, che ha coinvolto la sua amministrazione, solo attraverso un balletto di poltrone, senza fornire notizie in merito alle questioni programmatiche che hanno prodotto la frattura politica che tutti conosciamo. Da questa vicenda – aggiunge – è emerso, in maniera evidente, che l’unica cosa che interessa ai nostri amministratori è conservare caldamente la poltrona su cui siedono. Tale esigenza, purtroppo, è prevalsa anche nel Pd stabiese, che, abbandonando la linea Irace, ha mostrato una evidente, quanto insopprimibile, mancanza di coraggio».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico