Aversa

De Rosa attacca “Nero su Bianco”, risponde il direttore Pizzo

Nero su BiancoAVERSA. Riceviamo e pubblichiamo l’intervento del collega direttore di “Nero su Bianco”, Salvatore Pizzo, sulle ultime dichiarazioni rilasciate dall’esponente del PdCi, Luca De Rosa.

“Dopo aver preso visione di un commento rilasciato a Pupia da un attivista politico locale, il dott. Ing. Luca De Rosa, ove si commentavano le recenti vicende della politica aversana, l’ufficio di direzione di Nero Su Bianco ritiene opportuno informare, che contrariamente a quanto affermato dal predetto il “partito” di Nero Su Bianco non piazza alcun assessore. Cogliamo quest’occasione per ribadire che chiunque riveste cariche amministrative, specie negli ambienti locali della zona Aversana, per quanto ci riguarda, lo fa in maniera indipendente dai rapporti che ha con la nostra testata. La direzione di Nero Su Bianco, coglie altresì l’occasione per esprimere il proprio compiacimento affinché il dott. Nicola De Chiara non sia più un esponente del contesto amministrativo locale. Il direttore responsabile Salvatore Pizzo, ha precisato più di una volta, privatamente e pubblicamente al dottor De Chiara, che l’essere appartenente al contesto politico aversano, un ambiente che prescindendo dalle pigmentazioni e dalle differenze onomastiche costituisce un grave danno all’immagine, comporta effetti devastanti sotto il profilo economico oltre che del prestigio. Essere un “politico” aversano non è certamente la caratterista giusta per porsi nei contesti propri del mondo editoriale, il politico aversano a certi livelli, finanziari ed editoriali di certo non è ammesso, ciò a qualsiasi fazione esso appartiene. Il fatto di aver fatto parte di un simile ambiente, ci fa augurare al dottor De Chiara, l’avvio di un sereno percorso di recupero, cosa di cui altri amici e suoi avversari avrebbero bisogno. E’ nostra speranza che si ingrossi il numero di quelli che tornano a dedicarsi allo sviluppo della propria professionalità e delle proprie inclinazioni, in modo tale da contribuire ad una società migliore e magari ad un Aversa migliore, esibendo i l frutto del proprio lavoro e non la folle autolesionista vanità di far parte di un mondo politico (aversano), che è dannoso per chi vi partecipa e per gli altri. Quanto all’indipendenza della stampa vorremo ricordare all’attivista politico, dott. Ing. De Rosa, che per quanto ci riguarda i politici (locali) non hanno un grosso potere condizionante, se anche noi volessimo, appartengono alla categoria di quelli contano molto poco, anzi nulla. Al massimo è il politico che diventa dipendente della stampa, ma deve fare una buona anticamera ammesso che trovi chi è disposto ad avere questa tipologia di contatti. Tuttavia l’indipendenza della stampa può essere sì minata, ma dal rapporto che essa ha con le banche ed i banchieri. Insomma andiamo in questioni un cui potrebbe essere un interlocutore più idoneo l’On. Prof. Oliviero Diliberto e non certo un attivista di partito”.

Salvatore Pizzo

direttore di Nero su Bianco
e Corriere di Aversa e Giugliano.it

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico