Trentola Ducenta

La “pagella” di Trentola Ducenta

Trentola Ducenta (panoramica)TRENTOLA DUCENTA. Trentola Ducenta è una delle città dell’agro aversano a rapida espansione anagrafica.

Le motivazioni di questa crescita, che è e anche quella di altri comuni quali Orta di Atella, Lusciano, San Marcellino, Gricignano, Casaluce, tanto per fare dei nomi, riguardano uno spostamento notevole di popolazione proveniente dall’area nord di Napoli, che riesce anche a trovare in loco soluzioni abitative a costi accettabili, stante l’enorme crescita di unità allocative costruite negli ultimi mesi proprio in questi Comuni.

Oggi ci interessiamo in modo particolare di Trentola Ducenta, città che alle scorse elezioni amministrative risultava al di sotto della soglia fatidica dei 15.000 abitanti e quindi costretta a votare con i sistemi elettorali collegati a tali numeri, ma molti già parlavano all’epoca di una popolazione residente ben più vasta di quella certificata, tanto che oggi in città, pare, vi siano più di 16.000 residenti.

Questi al momento problemi e positività di una città in piena crescita, con qualche voto da vera e propria “pagella”:

Trentola DucentaViabilità (voto 4-): Dotata di un’uscita della superstrada, anche se poi proprio lo svincolarsi dall’uscita è un bel guazzabuglio, stante la scadente indicazione stradale e una serie di proposte di strade percorribili un tantino “sofferta” per chi vuole raggiungere il centro città. Da rivedere l’intera viabilità interna della città soffocata da vicoli stretti e doppi sensi che ormai andrebbero superati dai fatti. Da mantenere con maggiore attenzione buona parte del fondo stradale. Curare i luoghi di aggregazione (piazzette e piazze). L’evanescenza di chi dovrebbe controllare rende possibile guida senza casco, divieti, sensi unici, parcheggi selvaggi e cose similari.

Scuole (voto 6): Una Direzione Didattica con ben tre sedi forse potrebbe dare vita ad almeno due Direzioni, annessa la Scuola Materna (sono oltre 800 gli iscritti). Una Scuola Media Statale che propone il tempo pieno, che pare segnare un tantino il passo. Varie scuole private per l’infanzia. Una sezione staccata del Liceo Scientifico Fermi di Aversa in grande crescita per il prossimo anno scolastico.

Trasporti Pubblici (voto 0) : la città era attraversata dalla Ferrovia Alifana, oggi è praticamente sprovvista di seri servizi pubblici di collegamento con il capoluogo dell’Agro, ma anche con Stazioni Ferroviarie e scambiatori con servizi essenziali (Ospedali, Poliambulatori, Banche, Cimitero, Banche etc.). Vivacchiano i trasportatori privati.

Servizi Sportivi (voto 0): Non utilizzabile o male utilizzabile il Campo Sportivo, ormai quasi una struttura ad uso di pochi. Una Tendostruttura costruita e mai attivata. Una Piscina avviata e mai ultimata. La sola Scuola Media ha una palestra inaugurata nello scorso dicembre, dopo anni di chiusura totale.

Servizi Sanitari (voto 5+): Sede di un Poliambulatorio Asl che comunque andrebbe meglio organizzato anche sotto il profilo della gestione degli spazi, anche perché non ha costi di fitto e gestione, visto che è di proprietà ancora dell’Amministrazione Comunale. Sede di Guardia Medica in posizione infelice, sede anche del 118 che però in attesa di locali resta nella sede centrale Asl di Aversa. Due Farmacie, ma fin dal 2004 la Regione Campania ha individuato la necessità di ulteriori due sedi farmaceutiche nelle zone di nuovi insediamenti industriali. Due zone carenti di Medicina di Base che saranno coperte a fine mese, con due nuovi medici. Sarebbe necessario portare almeno una Commissione di Invalidità Civile in Città. Tanti specialisti privati di buon livello. Sufficiente il numero di Laboratori Clinici, manca un centro di Radiologia.

Servizi Sociali (voto 6+): Sede di alcune Case Famiglia gestite con la Legge 328 da ASL e ambito dei Comuni aderenti. Sede dello storico Cottolengo. Mancano Case di riposo per anziani. Vi è un tentativo di avvio di uno Sportello per Immigrati, vista l’altissima densità di comunitari ed extracomunitari in città.

Chiesa (voto 6): Ben organizzato il Pime, storica e solida “fabbrica” di missionari sparsi per il mondo. Operano bene le due Parrocchie calate nel tessuto sociale locale.

Via IV NovembreServizi essenziali (voto 5): Funziona maluccio la macchina Comunale, lasciata forse per troppi anni nelle mani di pochi, oggi vede una classe dirigente poco autonoma. Praticamente impossibile avere notizie tramite internet (delibere, ordinanze etc.). Ci sono problemi in talune zone cittadine per l’erogazione dell’acqua che specie durante l’estate si riduce. L’Enel dovrebbe eliminare qualche cabina di troppo e taluni fili volanti. Per il gas la rete non è completamente ultimata e i costi di allaccio sono elevati. Alquanto stramba la situazione telefonica globale. Potrebbe attivarsi un ulteriore sportello bancario. Sufficienti i distributori di benzina e gas per autotrasporto. Vi è crisi per la disponibilità di aree cimiteriali, il nuovo Cimitero attende da anni l’ultimazione. Dotata di un mega Centro Commerciale (Jambo) che è anche portante della piccola economica cittadina. Una piscina privata con apertura solo estiva. La raccolta dei rifiuti che aveva visto il Comune quale “Comune Riciclone” andava bene fino all’emergenza, oggi è totalmente in crisi. Da segnalare comunque anche prima non vi fosse la spazzatura delle strade e l’innaffiamento. Certamente da riavviare con urgenza la differenziata. Mancano vere e proprie zone di parcheggio, quelle create con la rimozione delle “palle” in pieno centro cittadino fanno solo ridere, vista la scelta di individuare zone parcheggio davanti ad ingressi di case e/o negozi. Necessario qualche altro Giornalaio, una Libreria, l’apertura di qualche locale come Ristoranti , Pizzerie, Gelaterie, ben organizzati e che possano aggregare le fasce giovanili.

Partiti Politici (voto 3): Quasi tutti presenti nell’ultima tornata elettorale (mancava Rifondazione Comunista), abbastanza immobili e per lo più inesistenti, si ravvivano solo durante i periodi elettorali, ma non tutti hanno vita quotidiana, né riescono ad esprimere idee valide per la città. Oggi attive le sedi di Comunisti Italiani e Socialisti Europei, per gli altri solo comparse sparute, praticamente “murate” le sedi di Forza Italia e Partito Democratico.

Associazioni (voto 6): Al fianco di qualche nucleo storico, gli ultimi mesi hanno visto un rifiorire di iniziative ed aggregazioni con proposte di attività durante l’estate, il Natale, il Carnevale. Importante la Sagra dei Funghi di Pioppo e del Vino Asprinio proposta nel 2008 per il decimo anno dalla Folgori.

Imprenditoria locale (6+): Tanti costruttori (troppi ?) che comunque danno ampie offerte di lavoro, ma anche piccoli e medi imprenditori che si sono meritati sul campo buoni livelli di qualità (produzioni di carni, grande e piccola distribuzione, agricoltura in genere, qualche buon artigiano).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico