Italia

“Tu sei Beppe Grillo, va in tv e vendica gli italiani”

Beppe Grillo“Tu che mi leggi sei Beppe Grillo. Tu puoi andare in una trasmissione televisiva, alzarti in piedi e vendicare gli italiani”. Il comico genovese lancia una nuova campagna che prende lo spunto dalle parole di due ospiti in studio nell’ultima puntata di “Annozero”.

Dall”ultima puntata di Annozero

“Tu puoi parlare di Parlamento pulito, di precariato, di morti sul lavoro, di raccolta differenziata. Lo puoi gridare. Tu puoi fare una domanda a un dipendente sul conflitto di interessi, sul falso in bilancio, sull’indulto, su Europa 7, sulla corruzione di giudici per la Mondatori e pretendere una risposta con una telecamera piazzata sulla sua faccia. Tu sei Beppe Grillo”

, dice il padre del V-day che boccia “gli starnazzamenti della Prestigiacomo, le convulsioni di Furio Colombo e il nulla di Franceschini” esaltando invece “un ragazzo che ha preso la parola, ha parlato di sicurezza sul lavoro, delle nuove povertà, di malattie (tumori) professionali. Gli ha gridato che sono persone inutili, ma ben pagate, che parlano a vanvera. Ha detto quello che pensano gli italiani. Un altro ragazzo e’ intervenuto. Un ventenne con occhiali e cravatta che ha ottenuto il massimo punteggio a un concorso pubblico senza avere padrini. E per questo è stato escluso. Ha spiegato che la destra e la sinistra non esistono. Sono concetti metafisici. E ha mandato a fanculo i nostri dipendenti. Questi ragazzi – conclude – sono un esempio da seguire”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico