Italia

Lo Piccolo, si pente un quarto uomo: Andrea Bonaccorso

Salvatore Lo PiccoloPALERMO. Si sta sgretolando giorno dopo giorno l’esercito del clan Lo Piccolo. Dopo i pentimenti di Francesco Franzese, Antonino Nuccio e Gaspare Pulizzi, un quarto uomo potrebbe rivelare nuovi retroscena sulle attività criminose del clan.

A decidere di collaborare con la giustizia è Andrea Bonaccorso, 31 anni, mafioso di Brancaccio, indicato da Gaspare Pulizzi come persona di fiducia del capomandamento Andrea Adamo e uno degli assassini di Nicola Ingarao, ucciso il 13 giugno del 2007 a Palermo. L’uomo, arrestato due settimane fa, ha raccontato i dettagli dell’omicidio Ingarao, confermando quanto detto da Pulizzi, ossia che a sparare fu Sandro Lo Piccolo, figlio del boss Salvatore, mentre lo stesso Bonaccorso era alla guida della moto. I familiari del neopentito sono già stati portati in una località protetta. Intanto, dopo la sua decisione di collaborare con i magistrati, è stato compiuto un attentato incendiario ai danni di un negozio di abbigliamento di proprietà di suo fratello, in via Imera, a Palermo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico