Italia

Gravina, i due fratellini sarebbero caduti accidentalmente

Filippo Pappalardi con le foto dei due figli Ciccio e ToreGRAVINA. Ciccio e Tore sarebbero caduti “accidentalmente” nel pozzo. Ne sono convinti gli investigatori che indagano sul caso e che hanno esaminato i primi esami medico legali sui resti dei due fratellini.

Secondo la ricostruzione Francesco sarebbe precipitato per primo, mentre Salvatore gli sarebbe caduto addosso. I due, una volta finiti per la cisterna, non sarebbero morti sul colpo ma dopo una lunga agonia. Dall’esame delle radiografie, Francesco, il fratello più grande, ha fratture al bacino, al femore e alla tibia, mentre Salvatore ha una ferita al piede. Il primo, dunque, sarebbe morto per emorragia, l’altro per il freddo. Tra le ipotesi, quella che un fratello sia caduto e l’altro sia sceso a salvarlo, forse perché scappavano da qualcuno. Intanto, la Procura sta esaminando la richiesta di scarcerazione di Filippo Pappalardi, padre di Ciccio e Tore. Sembra che il ritrovamento dei cadaveri non sia ritenuto sufficiente per far cambiare idea sulla presunzione di colpevolezza dell’uomo. “L’avevo detto alla polizia che doveva cercare là dentro”, ha detto Pappalardi al suo legale difensore Angela Aliani, andata a trovarlo in carcere a Velletri. Martedì scenderanno in strada gli studenti di Gravina per ricordare i due fratellini. Sabato e domenica ci sarà un minuto di silenzio sui campi di calcio italiani.

Articoli correlati

Gravina, “il pozzo era una prova di coraggio” di Andrea Barbato del 28/02/2008

Gravina, la madre riconosce i corpi di Ciccio e Tore di Andrea Barbato del 27/02/2008

Gravina, morte orribile per Ciccio e Tore di Andrea Barbato del 26/02/2008

Ritrovati in un pozzo i resti dei fratellini Pappalardi di Antonio Taglialatela del 25/02/2008

Fratellini scomparsi, il padre resta in carcere di Andrea Barbato del 13/12/2007

Gravina, arrestato il padre dei due fratellini scomparsi di Andrea Barbato del 27/11/2007

I 2 fratelli Pappalardi potrebbero essere morti di Andrea Barbato del 16/10/2007

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico