Italia

Casini e l”Udc vanno da soli: “Bye bye Silvio”

Pier Ferdinando CasiniMESTRE. Arriva da Mestre la notizia ufficiale della corsa solitaria dell’Udc alle prossime elezioni. Ad annunciarlo, durante un comizio, il leader del partito Pier Ferdinando Casini, che sarà il candidato premier.

Ieri sembrava rimasto aperto uno spiraglio, Casini e il leader del Pdl, Silvio Berlusconi, avevano avuto un colloquio telefonico, nel corso del quale l’esponente dello scudocrociato ribadiva la volontà di appoggiare la ricandidatura dell’ex premier a patto di non far scomparire l’Udc nel Pdl, presentandolo apparentato con il proprio simbolo. Dopo l’ennesimo ‘no’ del Cavaliere, Casini ha esclamato: “Andremo da soli, come stabilito dalla direzione nazionale del partito. Sarò io il candidato alla presidenza del Consiglio”. Poi ha lanciato un messaggio diretto al suo ormai ex alleato: “Dico anche a Berlusconi che non tutti in Italia sono in vendita, il Pdl che è un movimento populista e demagogico, può comprare i marchi, ma non le idee”. E ora si fa strada la possibilità di alleanza con la “Rosa bianca” degli ex Udc Tabacci e Baccini. Al nuovo soggetto centrista Casini apre la porta, che invece ieri è stata sbattuta in faccia a Mastella: “Non mi sento pronto a sottoscrivere un patto con Mastella, visto che in questi anni abbiamo avuto sempre idee diverse. La gente non capirebbe, tre quarti del mio partito non capirebbe”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico