Cesa

Giorno del Ricordo, appello di Azione Giovani al sindaco

Giorno del RicordoCESA. “Il silenzio a volte è più doloroso di qualsiasi indignazione urlata, di qualunque dichiarazione, di qualunque verità”.

Con questa frase Azione Giovani di Cesa coglie l’occasione del 10 febbraio, Giorno del Ricordo per la tragedia delle Foibe e dell’esodo degli Italiani di Istria, Fiume e Dalmazia, per fare un appello all’amministrazione comunale invitandola a intitolare, almeno una strada, alle vittime della pulizia etnica o a tenere presente questa giornata, anche negli anni avvenire, per organizzare convegni e manifestazioni in onore degli italiani martirizzati da un fato crudele. Il silenzio sulla tragedia delle Foibe, ovvero le cavità carsiche nelle quali furono sotterrati vivi, dai partigiani del maresciallo Tito, decine di migliaia di italiani, il silenzio sull’esodo dei nostri connazionali in Istria, Fiume, Dalmazia, costretti a fuggire dalla ferocia e dalla pulizia etnica, è stato rotto in questi anni dal Parlamento Italiano, che nel 2004 ha istituito una giornata del ricordo per la tragedia delle Foibe, il 10 febbraio appunto. Questa ricorrenza sarà un momento per raccogliere i sussurri e le voci di quel pezzo d’Italia che non c’è più, ma che sarà sempre vivo nella memoria dei sopravvissuti. E’ logico che è impossibile restituire la vita a quelle voci sofferenti, che giungono a noi, da tempi ormai lontani, ma possiamo provare con piccoli gesti a riconsegnare loro la dignità del ricordo, perché non debbano mai più sentire attorno a loro il silenzio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico