Caserta

Provincia, Tiziana Panella si dimette da assessore

Tiziana PanellaCASERTA. L’assessore alle Politiche culturali della Provincia di Caserta, Tiziana Panella, ha rassegnato oggi, al termine dell’odierna seduta di Giunta, le proprie dimissioni per motivi professionali. La scelta è stata comunicata con una lettera al presidente Sandro De Franciscis.

Nel pomeriggio Panella ha salutato i colleghi e tutti i collaboratori.

Di seguito riportiamo il contenuto della lettera di dimissioni: “Caro Presidente, con la presente rassegno le dimissioni da assessore alla Cultura della giunta provinciale. L’esperienza, che ho vissuto in questi due anni, è stata per me molto importante da un punto di vista umano e ricca di soddisfazioni sul piano amministrativo. Quando mi chiamasti a ricoprire, come assessore tecnico, questo ruolo così delicato e impegnativo, capii subito che sarebbe stata una avventura stimolante. Così è stato: pur tra molte difficoltà, le mie attese non sono state tradite. Spero di essere stata all’altezza del compito, di avere corrisposto alle tue aspettative e di avere svolto un lavoro soddisfacente per la collettività. Ti assicuro – e credo che tu me ne possa dare atto – che ci ho messo tutto l’impegno e la dedizione di cui sono capace, e negli ultimi tempi, avendo ripreso l’impegno televisivo a Roma per un po’ accantonato, è stato particolarmente faticoso. Oggi però le novità politiche del panorama nazionale mi impongono una riflessione non procrastinabile sulla compatibilità del ruolo di assessore con quello di giornalista, conduttrice di un programma di approfondimento politico. Questa la ragione alla base della mia decisione, la volontà cioè di proseguire il lavoro di giornalista con maggiore libertà. L’imminente scadenza elettorale, infatti, farà scattare una articolata normativa volta a garantire imparzialità e par condicio tra i protagonisti dello scontro politico per la formazione del nuovo Parlamento e mi pare doveroso, anche al di là delle formali prescrizioni imposte dalla legge, fare informazione politica senza che vi siano sospetti di partigianeria in qualche modo connessi all’incarico che ho sin qui ricoperto. Ti sono grata per l’opportunità che mi hai offerto e saluto, attraverso te, tutti i colleghi di giunta, il consiglio provinciale, il segretario generale, i dirigenti e tutti i dipendenti, che sinceramente e calorosamente ringrazio per tutto ciò che hanno fatto”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico