Caserta

Al “Certicibit” le eccellenze gastronomiche

GastronomiaCASERTA. Un appuntamento importante che quest”anno regalerà agli appassionati del settore e a semplici curiosi anche un momento enogastronomico e di qualità. Ad organizzarlo è la Borsa internazionale del turismo (Bit) che quest”anno, nella nuova fiera di Milao/Rho ha riservato, all”interno del padiglione 9, uno spazio da dedicare al turismo delle buone abitudini alimentari e delle produzioni di qualità.

Padrone di casa dell”evento denominato “Certicibit” sarà Paolo Massobrio, giornalista e autore de “Il Golosario“, volume sulle cose buone d” Italia. Nel particolare, Massobrio, nell”ambito della manifestazione (21 – 24 febbraio), identificherà “certi cibi” che hanno promosso fenomeni di ricettività turistica in Italia. Ogni giorno, sfileranno, dunque, sotto forma di talk show “le pillole di Certicibit” col racconto delle case history più curiose legate al cibo che produce un nuovo modo di intendere il turismo: dagli “alberghi diffusi”, alle stazioni ferroviarie in disuso, dai relais di charme nel Monferrato all”agriturismo del vino sui Colli Euganei. Ogni giornata terminerà poi con l”incontro di artisti e scrittori che parleranno con Massobrio del loro viaggio, attraverso musiche antiche e moderne.

Sabato 23 febbraio alle ore 14.00 il focus presenterà 3 case history in Campania. “Campania: mozzarelle, dolcezze e pizza nascono all”interno: nuove mete di turismo enogastronomico” Saranno presenti Gennaro D”Orta – responsabile Campania del settore zootecnia di Altragricoltura, la Famiglia Jemma di Torre Lupara (Caserta), storica famiglia casertana che alleva bufale e produce la famosa mozzarella di Torre Lupara e l’Azienda agricola Il Convento per la valorizzazione del Limoncello. Alle ore 15.00: “Lazio: della riattualizzazione degli antichi sapori”. Sarà presente l’Azienda agricola Marco Camilli nota per la scoperta di antiche varietà di legumi, Luciano Rea – Presidente di Ciociaria Turismo, Salvatore Rinna titolare del Caseificio Stella di Frosinone e presidente del Consorzio Allevatori Bufalini dell”Amaseno. Nella stessa giornata, alle ore 17.15: “I cantastorie delle vie del Sale”. Incontro con la “Compania dij Musicant d”Alba e i Cartunè”, che percorrevano le Vie del Sale, dalla Liguria al Piemonte e viceversa per scambiare i prodotti agricoli della costa con quelli dell”interno.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico