Campania

Parete, alla scuola media si discute di legalità

dimostrazione antidroga della Guardia di FinanzaPARETE (Caserta). Si è tenuto sabato 16 febbraio un dibattito sulla legalità presso la scuola media “Matteo Basile”. Ad organizzarlo i soci del circolo interforze caduti di Nassiriya, con la collaborazione di rappresentati della polizia stradale di Caserta.

A rappresentare il circolo tutti i soci, il rappresentate della polizia che ha illustrato ai giovani il rispetto della legalità era il maresciallo Giovanni Iodice. Per il comune erano presenti il sindaco Luigi Verrengia, il presidente del consiglio comunale Marco Monaco e l’assessore alla pubblica istruzione Daria Iavarone. È spirito del circolo ogni anno organizzare dibattiti nelle scuole per informare i giovani studenti ad avere rispetto per le regole del vivere civile. Partendo dalle cose più banali, come portare il casco alla guida dei propri motorini. Rispettare l’ambiente che li circonda è un altro fattore di legalità, non parcheggiare sui marciapiedi, non effettuare operazioni scorrette di guida, sono le tante ragioni che spingono il circolo ad avere incontri periodici con gli studenti. La disponibilità ad essere sempre presenti in queste occasioni da parte dell’amministrazione comunale è la riprova che l’operato del circolo viene apprezzato dagli organi istituzionali. È indispensabile dare ai giovani suggerimenti utili per la loro quotidianità, il punto d’incontro più importante rimane la scuola. Il futuro si costruisce partendo dall’istruzione, portare a conoscenza dei giovani i pericoli che s’incontrano facendo cose fuori dalle regole, aiuta a non farle. Il circolo Nassiriya rimane l’unico artefice di queste iniziative, portando nelle scuole di Parete tante iniziative a sostegno della conoscenza della legalità. Inoltre con altre dimostrazioni, che vengono ripetute ogni anno, con la collaborazione delle unità cinofile della Guardia di Finanza, si porta a conoscenza degli allievi i pericoli che derivano dalle droghe, dimostrando con quali tecniche i finanzieri riescono a scoprire i carichi di stupefacenti, attraverso dimostrazioni sul posto con cani antidroga.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico