Campania

Il capogruppo Di Nardo accusa l’amministrazione Verrengia

Rosa Di NardoPARETE (Caserta). “Sembra interminabile la verifica che sta portando avanti il sindaco Luigi Verrengia”, afferma il capogruppo dell’opposizione Rosa Di Nardo, del Pd.

“Non riusciamo a capire cosa voglia fare il sindaco dopo aver trattenuto a sè la delega all’urbanistica dell’assessore Pietro Maione di An, stiamo attendendo una verifica che sta portando avanti da molti mesi”. Parole che la dicono lunga su come si stia procedendo all’interno della giunta Verrengia, ormai ferma, in attesa che si possano prendere delle decisioni che facciano terminare la verifica di maggioranza. “Ci sono cose banali che l’amministrazione dovrebbe portare avanti – aggiunge la Di Nardo – come, ad esempio, le difficoltà che stanno incontrando i cittadini in questo periodo per ottenere un semplice certificato di nascita per colpa dei computer guasti negli uffici anagrafi. Un’amministrazione organizzata avrebbe già trovato delle misure per superare il momento di difficoltà. Tutti siamo coscienti che la tecnologia può lasciarti a piedi da un momento all’altro, però, è pur vero, che con un’amministrazione organizzata si poteva dare all’utente un servizio tampone garantendo il prosieguo del servizio. Purtroppo la lista civica Parete Democratica sta dimostrando una scarsa capacità organizzativa, perdendo tempo intorno alle chiacchiere e questo avviene dal primo giorno in cui si è insediata. Se non sono capaci di amministrare non capiamo il motivo per cui non decidono di interrompere questa agonia amministrativa. Oramai non si fa altro che assistere a litigiosità tra le varie anime politiche contrapposte che compongono questa maggioranza, e nulla di concreto viene fatto per la cittadinanza. A distanza di due anni i cittadini continuano ad aspettare le tante promesse che sono state fatte in campagna elettorale, puntualmente rimangono ancora delle promesse e non vengono mai concretizzate. Non si può continuare ad aspettare, il paese ha bisogno di risposte concrete in tempi brevi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico