Aversa

Santulli candidato con l”Mpa di Lombardo?

Paolo Santulli AVERSA. Paolo Santulli si candiderà con il Movimento per le Autonomie? La risposta sembra essere “Si”, visto il tenore di un comunicato stampa del Movimento che si rifà al siciliano Raffaele Lombardo, alleato con il Popolo della Libertà di Silvio Berlusconi.

Insomma, Santulli, dopo un giro di ballo, torna nel centrodestra. Una parte di centrodestra che non nasconde le sue alleanze-simpatie con quella Lega Nord che tanto odia (ed apertamente) il nostro Sud. Nel comunicato, infatti, si legge: “Il rappresentante della Lega Nord Calderoli ha affermato: ‘Noi sosteniamo un investimento per il Sud, e per questo appoggiamo il progetto del Mpa, perché per la prima volta troviamo persone che non chiedono prebende, ma propongono progetti, soluzioni, programmi, hanno un’idea dello sviluppo per il loro territorio. Tutte condizioni che rendono possibile un’azione politica in comune’”. Ad Aversa, come già annunciato nei giorni scorsi da Armando Lama, si registra “la metamorfosi della sigla ‘Nuovo Sud’ che diviene ‘culla’ del Movimento per le Autonomie – Campania, punto di riferimento per tutto il Collegio camerale ‘Campania 2’. I principi sono quelli statutari del Movimento che vede come leader l’onorevole Vincenzo Scotti (democristiano, ministro della Prima Repubblica, grande meridionalista, rinnovato nel suo vigore politico) oltre che il fondatore onorevole Raffaele Lombardo (europarlamentare, candidato alla carica di Governatore della Regione Sicilia)”. Il comunicato chiarisce anche le eventuali scelte dell’unica esponente del movimento a sedere in consiglio comunale e dichiara: “È evidente che la posizione della giovane consigliera comunale di Aversa Imma Lama resta quella che l’ha vista candidata con ‘Nuovo Sud’, oggi ‘Movimento per le Autonomie’. “MPA, ora a pieno titolo alleato unico del Popolo della Libertà, come da vocazione statutaria, a prescindere dalle alchimie per le poltrone – continua il comunicato – sarà dedito con tutte le sue forze alla soluzione dei problemi che attanagliano la città con proposte concrete. A partire dal problema dei rifiuti (meglio ‘monnezza’, in ossequio alla salvaguardia anche delle espressioni dialettali!) per cui si propone la raccolta differenziata spinta dando voce in Consiglio Comunale ad associazioni meritorie come il Wwf, Cosadirci ed a quei gruppi spontanei di cittadini che si sono raccolti attorno ai vari docenti delle scuole cittadine”. “Se sarà superata la crisi della Giunta Ciaramella, poi, – conclude – verranno altre proposte concrete quali quelle rivolte al riordino della città quali il Puc (Piano Urbanistico Comunale) con applicazione della perequazione urbanistica, costituzione di una Società di Trasformazione Urbana per il recupero del centro antico e quanto altro previsto nel programma elettorale che vide candidato a sindaco l’onorevole Paolo Santulli”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico