Aversa

Polizia di Aversa sequestra discariche a Villa Literno

poliziaVILLA LITERNO (Caserta). Bisogna essere solo pazzi per mettere su e fare prosperare una discarica abusiva di notevoli dimensioni in questo momento storico. video

Guarda il Video

In piena emergenza rifiuti, con i cittadini in stato di allarme e con le forze dell’ordine molto più sensibili nel debellare il fenomeno delle discariche abusive, soprattutto di materiale tossico, i criminali, i moderni untori, non si fermano. Rifiuti provenienti da attività di demolizione di fabbricati, terreno da scavo, pneumatici, ferro, plastica, accumulatori in piombo, bottiglie in plastica ed in vetro, pezzi di eternit, amianto, rifiuti sanitari combusti e vetroresina. Questo l’incredibile scenario che si è posto dinanzi agli occhi degli agenti del commissariato di Aversa, agli ordini del dirigente Antonio Sferragatta, che, in collaborazione con il Noe dei carabinieri di Napoli e dei militari di Villa Literno, hanno localizzato due aree, ubicate in località S.Sossio, rispettivamente di circa 180.000 mq. e 40.000 mq., dove era stata rilevata nei giorni scorsi un’intensa attività di scarico di materiale vario di natura sospetta. Al luogo si è giunti attraverso un’attività di monitoraggio sulla circolazione stradale degli autocarri in transito sull’Asse di Supporto, in direzione dell’Agro Aversano e Litorale Domiziano, individuando un anomalo passaggio di veicoli pesanti trasportanti materiale di risulta, misto con plastica ed altri materiali apparentemente nocivi. Le forze dell’ordine, anche grazie a diversi sopralluoghi, sono giunti a localizzare le due discariche che sono state sottoposto a sequestro penale, dopo che i tecnici del Noe hanno anche effettuato alcune operazioni di carotaggio per verificare la pericolosità delle due discariche ubicate alla periferia di Villa Literno, paese già martoriato da discariche più o meno abusive. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati anche due automezzi, mentre sono in corso indagini sui proprietari dei terreni interessati.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico