Aversa

Incentivi, dipendenti pronti allo stato di agitazione

Piazza MunicipioAVERSA. Piani di lavoro sotto la lente di ingrandimento. A puntare i piedi oggi le tre sigle sindacali Cgil-Cisl-Uil che vogliono chiarezza.

“Abbiamo chiesto al dirigente del personale Michele Loira che ci vengano liquidati i Piani di Lavoro entro il 27 febbraio 2008, e soprattutto che lo stesso si impegni a sollecitare gli altri dirigenti d’area. Ad oggi però nessun dirigente ha predisposto le determine di liquidazione, ed anzi intimiamo a che non si proceda ad alcuna liquidazione di dipendenti se contestualmente non si liquidano i Piani di lavoro”, hanno dichiarato alcuni rappresentanti sindacali. Questi i fatti: se un’area specifica riesce a raggiungere degli obiettivi, determinati nel Peg, entro il 31 dicembre di ogni anno, i responsabili ed i dipendenti di quell’area hanno diritto ad un benefit, da liquidare subito. Sembra che i dirigenti abbiano provveduto per loro stessi, i dipendenti invece sono ancora in fervida attesa, tanto che un avvertimento è stato dato: se entro il 10 febbraio non si avranno notizie dei Piani di Lavoro, i dipendenti iscritti alle tre sigle sindacali si metteranno in stato di agitazione chiedendo l’assemblea generale. Insomma, i dipendenti sono proprio “incazzati”, soprattutto perché questi incentivi contribuiscono al fabbisogno di tante famiglie monoreddito che attendono la liquidazione dei Piani di Lavoro da ormai tre mesi. Ora la domanda è: se anche quei pochi dipendenti (visto che in gran parte il comune si regge sul lavoro degli Lsu) si astengono dal lavoro come si farà a continuare l’attività amministrativa?

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico