Aversa

Atletica aversana, weekend di buoni risultati

Antonio Palmiero mentre conduce la gara esordienti-maschileAVERSA. Dalla Pineta degli Scavi di Pompei grande prestazione corale dei giovanissimi atleti dell’Arca Atletica Aversa, società che finalmente riesce a mettere insieme un poco tutte le migliori speranze atletiche dell’agro aversano.

Ma vediamo gara per gara cosa è accaduto.

Antonella Laurenza, terza tra le esordientiEsordienti Femminile – Partecipazione ridotta all’osso visto che parte la sola Antonella Laurenza, allieva di Bruno Fabozzi alla Scuola Media di San Marcellino, cerca la testa della gara, la trova e ci resta per conquistare un insperato terzo posto.

Esordienti Maschili – Alberto Palmiero, aversano doc, va in testa e tira, tira forse troppo, alla fine è buon quarto, con Ardit Gemiri ottavo e buone prestazioni anche per Roberto Nilo e Artiol Percja, per loro continua una seconda piazza nella classifica per società dietro la Libertas Baronissi.

Ragazzi – Qui le cose si fanno proprio per bene, Ivan Slyvko, spilungone che arriva dall’Ucraina, ma fa parte sempre di quella bella covata che continua a crescere a San Marcellino, lascia tutti di stucco. Sono bastate un paio di settimane per trasformarlo da brutto anatroccolo, solo dodicesimo alle fasi provinciali dei Giochi Studenteschi, ad essere il primo della regione. Proprio così, questo ragazzo cui piace più correre che parlare fa spalancare gli occhi, sentiremo parlare di lui. Al terzo posto c’è Davide Nilo, coriaceo finisseur che non lascia scampo, va bene anche Enzo Cammarosano, dietro di lui un nugulo di atleti nostrani, per tutti la gioia di difendere ancora il secondo posto regionale.

Il podio ragazzi, primo da destra è Ivan Slyvco, terzo da destra Davide NiloCadetti – Qui si sperava nel colpaccio, ma ci si deve accontentare di una terza, rocambolesca, piazza per Antonio Cacciapuoti, frignanese che a pochi metri dall’arrivo, forse a seguito di un mal interpretato segnale dei giudici di gara, decide di cambiare strada, mentre era secondo sicuro e tornare sul tracciato già fatto, accortosene non può che andare a mettere al collo la medaglia di bronzo. Va male invece Emanuele Arbore, da cui si aspettava una grossa gara, cade e si fa male ad un ginocchio dovendosi ritirare. Per tutti ora l’appuntamento con il cross giovanile è per domenica 2 marzo a Succivo, data in cui si assegneranno le maglie di campioni regionali sia individuali che di società.

Tricolori Indoor ad Ancona – Dalla pista coperta del Palaindoor di Ancona arriva la discreta decima piazza di Pantaleo Cammarosano ai tricolori allievi indoor, nella prova di marcia Km.5., Per lui un discreto 26.23.82, peggio del suo personale ottenuto sulla pista più corta di Ponticelli, ma tanta esperienza da portare a casa per l’immediato futuro.

Antonio Cacciapuoti, terzo tra i cadettiGrand Prix della velocità a Ponticelli – il Palavesuvio riapre all’atletica dopo la tormentata Coppa Davis femminile. La serata è dedicata alla velocità pura, si corrono per due volte i 60 metri a distanza di meno di un’ora e la somma dei tempi stila le classifiche finali. Buon quarto posto per il casalucese Ferdinando Fedele che chiude con un 738 e 7.39, va bene anche il master quarantenne Donato Cipullo (7-47+7.56). Ottimo il 50enne Giovanni Basile (8.13+8.24), mentre si difendono Vincenzo Farinaro (8.50+8.45) e Franco Puorto (8.25+8.25). Dalla pedana del lungo 4,95 per Nicolina Belluomo, che sembra riavvicinarsi a misure di buon livello, mentre sui 60 esordienti c’è l’argento per Vincenzo D’Errico.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico