Teverola

Rifiuti, Teverola riattiva il sito di stoccaggio

Raffaele ImprotaTEVEROLA. “Ormai siamo arrivati al limite della sopportazione non se ne può più. I rifiuti accumulati per le strade sono davvero tanti e la situazione è diventata insostenibile”.

Lo afferma il consigliere di opposizione di An, Raffaele Improta, che da tempo passato aveva suggerito al sindaco Biagio Lusini e a tutti gli amministratori di centrosinistra di non abbassare la guardia in materia rifiuti, dal momento che l’emergenza rifiuti non era terminata. “Circa 3 anni fa – racconta Improta – fu fatto presente che, per sopperire a questa emergenza, ci si doveva avvalere del nostro sito di stoccaggio (presso i Regi Lagni), già utilizzato precedentemente, e di non pagare i circa 60mila euro che mensilmente il comune versa alla GeoEco per un servizio non assicurato. Oggi, a distanza di tempo, quella proposta è risultata inevitabile, infatti sono stati stanziati altri 40mila euro per mettere a norma il sito di stoccaggio. Con questa soluzione si cercherà di arginare questo disastro”. Improta prende atto dell’interessamento fattivo dell’assessore dell’ambiente Dario Di Matteo: “In questo pantano, Di Matteo sta dando il suo contributo, a differenza dei tanti suoi colleghi di maggioranza che non parlano, non vedono e non sentono la puzza”. Il consigliere invita l’assessore ad attivarsi, nel contempo, per avviare la raccolta differenziata. “Basterebbe individuare delle aree dove ogni cittadino potrebbe andare a depositare carta, cartone, riviste, vetro, plastica e un altri materiali speciali”, dice Improta che ricorda: “Non tutti i cittadini hanno usufruito dei contenitori, in particolare i condomini. Se ci si impiega 3 – 4 mesi per l’acquisizione di qualche centinaio di contenitori ecco spiegato il motivo perché l’immondizia rimane sempre in strada. La GeoEco è l’ente preposto a questo disservizio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico