Sant’Arpino

Savoia scrive a Del Prete: “Decidi con chi vuoi stare”

Giuseppe Savoia SANT’ARPINO. Il sindaco Giuseppe Savoia invita il vicesindaco Elpidio Del Prete ad uscire dall”ambiguità e scegliere se aderire al Pd o passare alla “santa alleanza contro il tiranno” guidata da Eugenio Di Santo.

“Caro consigliere comunale Elpidio Del Prete, nonché assessore delegato su mia indicazione fiduciaria, le note fatte pervenire in via successiva al capogruppo, ai consiglieri comunali, a me ed una orchestrata campagna di stampa, con la sponda della cosiddetta opposizione, meritano una precisazione, una riflessione ed una decisa e netta presa di posizione. La precisazione riguarda il contenuto delle note stesse che denunciano una evidente contraddizione tra i fatti che si espongono e gli obiettivi e l’azione politica ad essi correlati. Infatti, si fa riferimento ad un “modus operandinon condiviso” e “pubblicamente denunciato” che contraddicono in maniera stridente con il permanere, per un periodo così lungo, in un incarico fiduciario su delega del sindaco. Perché il mandato (più corretto sarebbe dire l’incarico di vice-sindaco) non è conseguenza del voto popolare, ma è appunto un incarico fiduciario su delega del sindaco. La coerenza vorrebbe che se non si condividono delle politiche non ci si limita a denunciarle, ma si dovrebbe anche assumere la responsabilità (oltre che il coraggio!)di rimettere correttamente il mandato. Un tale tuo comportamento, cioè le tue dimissioni dall’incarico di vice-sindaco, lo avrebbe richiesto il rispetto delle regole democratiche ed un minimo di correttezza e coerenza politica e perfino di dignità personale. Caro Elpidio è, contrariamente a quanto si pensa, l’abito che fa il monaco e, quindi, lo stile che fa l’uomo! La riflessione, invece, riguarda la nota inviata ai consiglieri e con la quale hai cercato impropriamente ed improvvidamente di trasferire sul piano politico un diverbio personale la cui responsabilità riguarda unicamente i due soggetti interessati. Inoltre, questa tua iniziativa è sbagliata nel metodo e nel merito. In quanto al metodo, sarebbe stato più corretto avere il chiarimento direttamente con lo scrivente, invece di utilizzare l’incidente come alibi per una tua già consumata scelta politica. Se non è così ci sarebbe una sola cosa da fare, soprattutto per la tua dignità politica: rivedere le tue decisioni ed aderire, dando coerenza ad alcuni tuoi atti, al Partito Democratico e al gruppo consiliare del Partito Democratico. Perché condividerai con me, credo, che le divergenze animano la democrazia, ma nel rispetto dei principi e delle regole democratiche, mai scadendo in polemiche personalistiche che sono il limite di chi intende la politica come luogo per regolare conti o peggio per esercitare improprie pressioni politiche. La presa di posizione richiede che tu esca dall’ambiguità e decida se essere ancora l’assessore delegato della Giunta Savoia o passare, anche tu perché “insoddisfatto”, nella “Santa alleanza” contro il tiranno! Io mi auguro che anche tu, come me, intendi la politica come palestra dove esercitare l’arte del governo, come noi in questi anni abbiamo fatto, nel rispetto dei cittadini che ci hanno scelti e nell’interesse della comunità santarpinese”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico