Sant’Arpino

La compagnia teatrale Plazza contro la giunta Savoia

La Compagnia SANT’ARPINO. Scoppia la polemica fra la “storica” compagnia teatrale amatoriale santarpinese “Gerardo Plazza” e l’amministrazione comunale guidata da Giuseppe Savoia.

Gli attori del sodalizio, che da oltre dieci anni calcano i palcoscenici delle province di Napoli e Caserta, hanno inviato una durissima missiva all’indirizzo dell’esecutivo comunale, reo di averli esclusi da qualsiasi attività culturale ed artistica. L’occasione è stata la convocazione da parte del Savoia di tutte le associazioni presenti sul territorio per la stipula di un protocollo d’intesa con il gruppo “Nostra Signora di Fatima – Oasi di Padre Pio” per la realizzazione di una casa di accoglienza per indigenti ed extracomunitari. Un progetto, peraltro, da anni ampiamente sostenuto dalla compagnia guidata dal regista Dino Arbolino che con cadenza annuale ha organizzato uno spettacolo presso il teatro “Lendi” di Sant’Arpino il cui ricavato è stato in parte devoluto per tale meritoria opera. Ma ecco il testo della missiva recapitata al sindaco. “Sorpresi, se non di più, da tale convocazione, ci chiediamo come mai siamo stati contattati ora e non quando si è proceduto alla stesura della programmazione teatrale natalizia, programmazione che ha visto e vede coinvolte altre e non la nostra compagnia. Da qui il nostro stupore e il nostro fermo e cortese no a tale protocollo. La nostra compagnia, peraltro, si è distinta fin dalla prima ora per l’attività di beneficenza nei riguardi dell’associazione Nostra Signora di Fatima- Oasi di Padre Pio. Continueremo in tale azione con altre modalità a modo nostro e lontano da ogni logica di asservimento a chicchessia”. Una presa di posizione chiara e dura, che scava un solco profondo nei rapporti fra la compagnia “Gerardo Plazza” e l’amministrazione Savoia, che la stessa compagnia accusa di “aver trasformato le politiche culturali in un terreno di scontro, con scelte quasi sempre imposte dall’alto, portando numerose e floride esperienze ad allontanarsi da Sant’Arpino”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico