Gricignano

Discarica, “No” di Amministrazione e partiti

Andrea LettieriGRICIGNANO. Sull’ipotesi della realizzazione di una discarica a Gricignano, lanciata in questi giorni dal sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino, il sindaco Andrea Lettieri, l’amministrazione comunale e tutte le forze politiche di Gricignano manifestano, con fermezza, la propria opposizione.

Domenica mattina, presso la sede dell’Udc, in Piazza Municipio, su invito dell’assessore all’Ambiente Giacomo Di Ronza, si sono riuniti tutti i partiti, di maggioranza e opposizione, che hanno stilato un documento congiunto e un pubblico manifesto per esprimere il “No” alla discarica.

Oltre al sindaco e assessore provinciale Lettieri e all’assessore Di Ronza, c’erano rappresentanti della giunta municipale, consiglieri di maggioranza e opposizione, rappresentanti dei partiti Udc, Partito Democratico, Popolari-Udeur, Alleanza Nazionale, Forza Italia, Circolo delle Libertà e Sdi.

Giacomo Di RonzaCome riferito dal sindaco di Napoli, il Ministero della Difesa avrebbe comunicato la disponibilità di una propria area, ubicata sul territorio di Gricignano, dove realizzare un sito di stoccaggio provvisorio dei rifiuti, in alternativa a quello di “Contrada Pisani”, nel quartiere napoletano di Pianura, da giorni al centro di forti contestazioni da parte di cittadini e comitati.

L’unica area di proprietà del Ministero della Difesa sul territorio di Gricignano è quella del deposito di materiale militare Decimo Cerimant, situato nei pressi della stazione ferroviaria e adiacente alla cittadella americana della Us Navy. Pertanto, sarebbe quella l’area destinata ad ospitare i rifiuti della città di Napoli e dell’hinterland napoletano. Il deposito, però, non è dismesso ma funzionante a tempo pieno, vista la presenza costante di un gruppo di militari dell’Esercito al suo interno e quella di civili dipendenti del Ministero e di personale dedito alla sorveglianza h24.

Ad oggi non è pervenuta alcuna comunicazione ufficiale presso il Comune di Gricignano da parte delle Autorità competenti ma, come affermano le forze politiche locali, “risultano soltanto le dichiarazioni, sicuramente frutto di palese disinformazione, del sindaco di Napoli circa tale ipotesi”.

Per l’amministrazione ed i partiti, stante la prospettiva della provincializzazione del ciclo integrato dei rifiuti, “sarebbe più opportuno che il sindaco Iervolino individuasse un sito nell’ambito del proprio territorio o della propria provincia, così come si stanno attrezzando i comuni del casertano e del consorzio Ce2/GeoEco”.

Tuttavia, anche nell’eventualità che l’area del deposito militare fosse dismessa o che si trattasse di un’altra area del territorio di Gricignano, amministrazione e partiti esprimono “la ferma opposizione ad ogni iniziativa riguardante la realizzazione di una discarica sul territorio di Gricignano per accogliere rifiuti provenienti da Napoli e provincia”.

“La Iervolino – concludono – non può permettersi di considerare Gricignano un quartiere della sua città”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico