Caserta

Rifiuti, Cerreto (An) chiede Consiglio Comunale aperto

Marco CerretoCASERTA. “Stiamo assistendo in queste ore al balletto dell’amministrazione comunale tra Napoli e Caserta dopo che il sindaco si è reso conto che, così come assunto da An nei giorni scorsi, egli stesso ha dei poteri che gli derivano dal rapporto organico che ha con il comune ed in quanto èil principale tutore dell’ordine pubblico e primo ufficiale sanitario”.

Lo afferma il vicecapogruppo di Alleanza Nazionale al Comune di Caserta, l’avvocato Marco Cerreto. “Tuttavia – continua – ad oggi non abbiamo capito cosa vogliano fare il sindaco e la giunta, a differenza del sindaco di Aversa, Domenico Ciaramella, che ha imposto le sue buone ragioni avendo individuato da tempo un sito di trasferenza e risolto tutti i problemi burocratici propedeutici all’autorizzazione. Qui a Caserta, invece, si naviga a vista e neanche troppo. Oggi il sindaco Petteruti è costretto ad emanare ordinanze di inibizione ai mercatini per una conclamata emergenza ambientale e sanitaria. Questo per non aver osato di individuare un sito di trasferenza prima dell’approssimarsi della fine dell’anno, come chiesto a gran voce da Alleanza Nazionale”. Cerreto, vista la situazione, chiede al presidente del consiglio comunale di convocare un’assise straordinaria, in forma aperta, “per valutare idee concrete e di attuazione immediata”. “Finora – conclude l’alleanzino – ho potuto solo leggere un manifesto vergognoso del presidente della Provincia De Franciscis che, offendendo l’intelletto della comunità casertana, si chiama fuori da questa vergogna”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico