Caserta

Rifiuti, An: “Frazioni dimenticate”. Venerdì il Consiglio

Marco CerretoCASERTA. Il segretario cittadino di Alleanza Nazionale Pio Del Gaudio, unitamente al coordinatore dell’ufficio di presidenza della Federazione provinciale, Marco Cerreto, denuncia la presenza di rifiuti e ratti nelle frazioni della città.

“Nel prendere atto che l’Esercito italiano ormai da qualche giorno, su ordine del supercommissario De Gennaro, ha iniziato a rimuovere i rifiuti giacenti a Caserta da oltre quaranta giorni, non possiamo fare a meno di sottolineare il fatto che la maggior parte dei rifiuti rimossi riguardano il centro storico della città, mentre nelle frazioni di Briano, Puccianiello, San Leucio, Sala, Aldifreda, tra via Mulini Militari e via Sardegna, vi sono ancora cumuli e cumuli di immondizia con presenze di enormi ratti che ormai fanno parte integrante della ‘fauna cittadina’. Per non parlare della frazione di Ercole dove i rifiuti arrivano lungo il ciglio della via Circumvallazione fino ai confini con Casagiove. Evidentemente Petteruti e la sua maggioranza ritengono che i residenti delle frazioni siano cittadini di serie inferiore, anche se pagano la medesima tassa, o forse si preferisce concentrare gli sforzi sul centro storico per offrire un biglietto da visita ai media”.

Cerreto e Del Gaudio, inoltre, invitano le associazioni ambientaliste, i comitati e gli studenti, protagonisti di numerose manifestazioni fino ad oggi, a partecipare massicciamente al consiglio comunale straordinario ed urgente che si terrà venerdì 18 gennaio, alle 9.30. “Riteniamo – afferma Del Gaudio – che, come è successo in altri comuni, questa possa essere un’occasione di partecipazione che deve coinvolgere tutti coloro che vogliano dimostrare di dare il loro contributo”.

Cerreto, infine, fa notare che all’ordine del giorno vi è anche un argomento presentato dalla consigliera di maggioranza dello Sdi, Teresa Ucciero, che, contrariamente ai ministri del suo partito, ritiene che il commissariamento debba terminare immediatamente per dare poteri alle amministrazioni locali. “Noi – dice Cerreto – potremmo anche essere d’accordo, a patto che vi sia un piano rifiuti tra Provincia e Comune ma che, ad oggi, non ci risulta abbiano, visto che, anche per raccogliere i sacchi di immondizia che giacciono per le strade, si sono dovuti affidare all’Esercito inviato da De Gennaro e dal ministro Parisi. Ma siamo senz’altro d’accordo sul principio espresso dalla collega Ucciero. Penso che i casertani si aspettino non solo che i poteri tornino agli enti locali ma che questi ultimi si attivino anche per risarcire i cittadini che non solo hanno avuto un danno ambientale e vivono un’emergenza sanitaria sotto gli occhi di tutto il mondo, ma che ricevono dagli stessi, paradossalmente, le cartelle della tassa rifiuti più esose d’Italia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico