Campania

Rifiuti, corteo a Pianura. Prodi: “Riaprire le scuole”

Protesta a PianuraNAPOLI. Continua il presidio nel quartiere napoletano di Pianura contro la riapertura della discarica di Contrada Pisani. Li dove stamani il parroco don Giuseppe Cipoletta ha celebrato una messa: “La Gente va ascoltata, non bastonata – ha detto – noi siamo contro le violenze e le condanniamo. Ma interroghiamoci su chi promette da trent”anni il risanamento di questo quartiere”.

Don Cipolletta ha letto anche un messaggio del vescovo di Pozzuoli, Gennaro Pascarella: “Chiediamo precise garanzie alle autorità che hanno deciso la riapertura della discarica”. Sulla questione stamani è di nuovo intervenuto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: “E’ una tragedia. Ho chiesto al governo di intervenire e il governo ha garantito il suo impegno”. E proprio il governo, attraverso il premier Romano Prodi, ha invocato il “ritorno alla normalità”. Ad iniziare dalla riapertura delle scuole, chiuse in questi giorni dopo le ordinanze di alcuni sindaci del casertano e del napoletano. Il presidente del Consiglio ha detto che manderà a pulire le scuole in preda ai rifiuti, sottolineando, come ha fatto anche il ministero della Pubblica istruzione, Giuseppe Fioroni, che da lunedì gli istituti saranno riaperti. Ma i sindaci avvertono: se le scuole non saranno ripulite resteranno confermate le loro ordinanze. Prodi ha poi detto che il problema dei rifiuti in Campania “deve essere risolto per sempre”. “Con il ministero dell’Interno – ha aggiunto – abbiamo programmato una strategia di lungo periodo”.

Sul piano politico, è scontro tra il presidente della Regione Antonio Bassolino e il ministro Antonio Di Pietro, leader dell’Italia dei Valori. Il primo prende atto delle sue responsabilità, in particolare sui ritardi per la costruzione dei termovalorizzatori, ma dichiara di non volersi dimettere e dare il suo contributo all’emergenza; l’ex magistrato, invece, invita il governatore a dimettersi ed annuncia una mozione di sfiducia allo stesso Bassolino in consiglio regionale. Sulla stessa lunghezza d’onda l’opposizione del centrodestra che invita ad “andare a casa” Bassolino e il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino.

Intanto, oggi pomeriggio oltre mille persone, tra i quali anche alcuni sacerdoti, si sono mosse in corteo da via Montagna Spaccata, nel quartiere Pianura a Napoli, verso la discarica di Contrada Pisani. Accolta dagli applausi una delegazione del confinante comune di Quarto. Scanditi slogan contro la riapertura della discarica e per la legalità. Tra i manifestanti diversi consiglieri municipali e i consiglieri comunali della Municipalità di Pianura, oltre al coordinatore delle associazioni Antiracket di Napoli, Luigi Cuomo. I manifestanti hanno ribadito la loro volontà di condurre pacificamente la loro battaglia, prendendo le distanze dalle frange più violente della protesta. “No alla discarica, senza se, e senza ma” recita lo slogan riportato su uno striscione.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico