Campania

Rifiuti, Bassolino: “Non mi dimetto”

Antonio BassolinoNAPOLI. Dopo tanto silenzio, colui che è ritenuto il responsabile numero uno dell’emergenza rifiuti in Campania esce allo scoperto e dichiara: “Non mi dimetto”. Parliamo del presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino.

Al termine di un incontro con il neo commissario straordinario, Umberto Cimmino, il governatore non nega di avere responsabilità, soprattutto sulla mancata realizzazione dei termovalorizzatori nel periodo in cui ha rivestito la carica di commissario per l’emergenza rifiuti. Ma sottolinea: “Se avessi pensato che le mie dimissioni fossero state utili alla risoluzione del problema le avrei date. Ma io resto perché penso di poter dare ancora un contributo”. E sui termovalorizzatori: “Non sono il male assoluto, un moloch da cui scappare. Il pericolo è avere i rifiuti in mezzo alla strada. Ecco perché serve un consenso più ampio per i termovalorizzatori, che non sono né di destra né di sinistra”. Bassolino parla anche di raccolta differenziata: “Sono state rese immediatamente disponibili risorse per il 2007-2013 per gli impianti di raccolta differenziata. Città per città, di ogni provincia della Campania, devono incrementarla ma, ripeto, occorrono i termovalorizzatori e iniziare a smaltire le ecoballe accumulate in tutto questo tempo”. Sulla protesta contro l’apertura della discarica a Pianura, il governatore si dichiara pronto al dialogo con la popolazione del quartiere di Napoli, “ma non contro coloro che con Pianura non hanno nulla a che fare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico