Campania

Conte attacca il centrosinistra: “Arroganza del potere non ha limiti&quot

Ugo Alfredo ConteMONDRAGONE (Caserta). Lettera aperta ai cittadini mondragonesi del sindaco Ugo Alfredo Conte.

In questi giorni si sta assistendo ad una battaglia “murale” da parte di tutti i partiti, centro-destra e centro-sinistra, sulla immane tragedia dell’emergenza rifiuti.

Qualcuno ha chiesto le mie dimissioni per questa crisi che coinvolge tutta la Regione Campania. Questi “qualcuno” che si nascondono dietro i simboli politici dovrebbero chiarire alla Città alcune notizie fondamentali per essere tutti consapevoli di che cosa si sta discutendo.

Cosa ha dire il sig. Burrelli Giancarlo che, da amministratore, dopo sei mesi ha preferito la fuga non riuscendo a proporre nulla di concreto e che da responsabile locale dei Verdi continua con le sue proposte fantasiose, rifacendosi all’ “irresponsabile” politico nazionale, tale Pecoraro Scanio che non solo ha detto di NO al piano predisposto dal Capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, ma ha fatto di tutto per cacciarlo dalla posizione di Commissario di Governo, facendo andare la Regione Campania sulle prime pagine del mondo intero per … la munnezza !!!

Cosa ha da dire il sig. Fusco Mario, censore della politica mondragonese, sull’ordinanza del 2001 emessa dal Commissario di Governo, nonché Presidente della Regione Campania, sig. Bassolino Antonio, nella quale autorizzava la Fibe a stoccare le famigerate “eco-balle” su tutto il territorio campano, mentre nel contratto la Fibe era obbligata a provvedere allo smaltimento delle “eco-balle”, che oggi ammontano a sette milioni e nessuno sa cosa fare per distruggerle.

Cosa dire della famosa frase, sempre del sig. Bassolino Antonio, che in merito al contratto Fibe ha detto: “Ho firmato senza leggere” !!!

Cosa ha da dire il sig. Franco Papa, che alla prima occasione utile è salito sulla nave del vincitore, Alessandro De Franciscis, che ad oggi, pur essendo sub-commissario per l’emergenza rifiuti nella Provincia di Caserta, non è riuscito, con il suo neo-compagno di viaggio, a predisporre un piano rifiuti provinciale serio e concreto. Forse il sig. Franco Papa è stato mal guidato nelle sue decisioni dal suo vecchio “consigliori”, che si propone come “nuovo” Direttore Generale del nostro Comune.

Se Bassolino, Pecoraro Scanio e De Franciscis avessero avuto la mia sensibilità, dovevano annunciare le proprie dimissioni da molto tempo. Ma come al solito l’arroganza del potere non ha limiti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico