Campania

Carnevale di Villa Literno: dal 20 gennaio al 5 febbraio

Carnevale di Villa LiternoVILLA LITERNO (Caserta). Dal 20 gennaio al 5 febbraio si terrà la XXIV edizione del Carnevale di Villa Literno. La manifestazione, abbinata lo scorso anno a Viareggio nella Lotteria Nazionale, è ormai diventata fra le più importanti del Mezzogiorno d’Italia per la coinvolgente allegria dei suoi unici cortei e per la tradizionale ospitalità dei cittadini campani.

L’edizione 2008

Domenica 20 Gennaio, la Madrina Ufficiale Lisa Fusco (la “Subrettina”) accoglierà i gonfaloni in corteo dando ufficialmente inizio alla XXIV edizione.

I carri sfileranno nei giorni Domenica 27 Gennaio, Sabato 2, Domenica 3 e Martedì 5 Febbraio.

La serata finale sarà presentata dall’annunciatrice Rai Due Janet De Nardis.

Sabato 16 Febbraio, Villa Literno avrà l’onore di ospitare la finale nazionale di Miss Carnevali d’Italia, che ogni anno sceglie la più bella fra le ragazze che partecipano ai carnevali italiani: una vera e propria testimonial del Carnevale fino al prossimo anno.

Fra le tante manifestazioni collaterali segnaliamo il torneo di calcio “Giuseppe Rovescio”, che il Carnevale dedica alla memoria di un giovane costruttore ucciso per errore in un agguato.

Anche i bambini delle scuole cittadine partecipano alla manifestazione con propri cortei.

Consulta il programma completo su: www.carnevalevillaliterno.it/programma08

Ma andiamo con ordine…

Che cos’è?

Il Carnevale di Villa Literno è un palio fra Rioni cittadini che nella contemporanea veste folkloristica si svolge regolarmente ed in costante crescita dal 1984.

In un coinvolgente clima di festa, i Rioni si presentano in gara con migliaia di figuranti sulla base di diverse discipline artistiche: carri allegorici originali di ottima fattura, proposte musicali e costumi tipici, suggestive coreografie di gruppo, scenette comico-satiriche ispirate al recupero di tradizioni medioevali sull’impronta delle antiche “fabulae atellane” tipiche dei Saturnali.

Proprio questa caratteristica rende il Carnevale di Villa Literno esempio raro fra i Carnevali d’Italia e d’Europa: ai carri allegorici si abbina un lungo corteo di figuranti, che sviluppano il tema del carro non solo attraverso gli abiti ma anche con coreografie di gruppo, veri e propri balletti e scenette di carattere comico-satirico. Ciò crea dei veri e propri spettacoli itineranti, lungo le strade del paese.

Come si organizza?

La preparazione degli spettacoli impegna centinaia di giovani per i due mesi precedenti il Carnevale. Presso le sedi dei rioni o anche dei cortili delle case, a gruppi, ogni sera i giovani provano le coreografie inventate per loro dai responsabili- anch’essi volontari e spesso di giovane età. A monte, fin dall’autunno, dopo aver individuato il tema e la modalità attraverso la quale svilupparlo, in ogni rione c’è il lavoro preparatorio: scelta delle musiche, disegni dei vestiti, preparazione del bozzetto dei carri.

Questa fervente attività ha un duplice beneficio sulla collettività.

Innanzitutto rappresenta una vera e propria scuola artistica “sul campo”: i giovani vengono spronati a manifestare le loro predisposizioni espressive- nel campo del disegno, della recitazione, del ballo e, più in generale, la loro creatività.

Inoltre si abituano a stare insieme, a collaborare, a scegliere democraticamente.

È stato verificato che durante il periodo immediatamente precedente il Carnevale, a Villa Literno si avverte una sensibile diminuzioni di episodi criminosi, nonostante l’incontro fra centinaia di giovani potrebbe far presupporre il contrario.

I riconoscimenti istituzionali…

Lo scorso anno, il Carnevale di Villa Literno ha partecipato alla Lotteria Nazionale, come unico rappresentante dei Carnevali del Meridione, insieme al Carnevale di Viareggio.

Un’occasione unica per la nostra comunità e per tutto il Mezzogiorno d’Italia, che le Istituzioni, i volontari, i cittadini, con la preziosa collaborazione degli operatori dell’informazione, possono riscattare questo territorio spesso vilipeso (a volte ingiustamente) in virtù delle tante problematiche che lo contraddistinguono.

L’intensa partecipazione popolare e l’interesse degli esperti per le inedite peculiarità di questo Carnevale hanno raccolto l’autorevole riconoscimento della Federazione Italiana Carnevali premiando l’identità folkloristica locale nell’ultimo convegno nazionale realizzato a Villa Literno nell’aprile 2002, dal titolo “Il Carnevale come veicolo trainante di cultura, economia e turismo”.

Nell’autunno 2007 si è tenuta a Villa Literno l’Assemblea nazionale della Fic.

Sul piano della promozione turistica, la Regione Campania ci ha onorato del suo patrocinio e la Provincia di Caserta ha voluto testimoniare le virtù dell’evento prospettando una partecipazione organizzativa e classificando la manifestazione come “il Carnevale di Terra di Lavoro”.

Il 5 Dicembre 2007, a Palazzo Marini presso la Camera dei Deputati, i rappresentanti del Carnevale di Villa Literno hanno ricevuto il Premio Sciacca, per l’alto contributo sociale, culturale ed economico in una terra difficile

Il futuro…

Tra i futuri progetti, la consistente presenza di cittadini stranieri propone di includere nel concorso allegorico la comunità di immigrati come “rione virtuale multietnico”: un progetto di grande potenzialità per lo scambio e l’arricchimento culturale e di forte impulso al processo di integrazione etnica nazionale verso cui stiamo ricercando l’interesse ed il sostegno della CE.

Per formare nuovi artigiani che possano costruire i carri, il Comune ha indetto il progetto “Carretti in miniatura”, giunto quest’anno alla quarta edizione. Il progetto segue le diverse sessioni di corsi gratuiti per gli artigiani liternesi tenuti da maestri cartapestai di Viareggio e Putignano.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico