Campania

Capua, Finanza sequestra 20mila botti: 20 denunciati

Finanzieri sequestrano 20mila botti illegaliCAPUA (Caserta). Circa 20.000 “botti” pericolosi, corrispondenti a quasi una tonnellata, sono stati sequestrati dalla Tenenza della Guardia di Finanza di Capua nel corso di mirati controlli volti al contrasto dell’illecita detenzione e vendita di artifici pirotecnici.

L’attività info-investigativa, avviata già da diverse settimane, era mirata principalmente a monitorare le rotte di rifornimento dei dettaglianti, disseminati sul territorio, onde individuare eventuali sistemi di frode nel particolare comparto commerciale. Con l’approssimarsi del Capodanno i Finanzieri, quindi, hanno avviato specifici controlli presso numerosi dettaglianti di “botti”. Nei confronti di venti di essi sono stati operati sequestri di: artifizi pirotecnici di IV e V categoria, per il cui acquisto è necessaria la licenza di porto d’armi; giochi pirici muniti di falsa attestazione di “libera vendita” o privi della prescritta etichettatura di omologazione ministeriale, in quanto sottratti al vaglio dello specifico organo tecnico del Ministero dell’Interno. L’elusione dei dovuti accertamenti da parte degli enti preposti non esclude la pericolosità di tali congegni, soprattutto nel periodo di fine anno durante il quale, tradizionalmente, numerosissimi minori fanno uso di fuochi pirotecnici e che potrebbero essere indotti a ritenerli non pericolosi sulla base della loro falsa declassificazione. 20 responsabili sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per commercio abusivo di prodotti esplodenti. Le indagini, ancora in corso, sono orientate ad individuare ulteriori responsabili dell’illecito traffico e, soprattutto, risalire ad ulteriori rotte commerciali di rifornimento.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico