Aversa

Sabato 26 convegno della FederBCC all”ex Macello

FEDERBCC AVERSA. Con questo slogan la FEDERBCC – Federazione Italiana per il Credito, la Cooperazione e la Solidarietà, – in collaborazione con il Comune di Aversa, organizza per sabato 26 gennaio, alle ore 10.30, pressol’Auditorium dell’ex Macello, il convegno dal tema “Il Mezzogiorno, il suo sistema creditizio e le banche solidali promosse da FederBcc”.

All’appuntamento sono invitati imprenditori, professionisti, commercianti, artigiani e tutti i cittadini che non sono soddisfatti dell’attuale sistema creditizio locale e nazionale. Si parlerà dell’attuale sistema creditizio e del problema della gestione delle risorse finanziarie locali, gestite, di fatto, da banche che non hanno quasi più alcun legame con il territorio. Lo anticipa il presidente di FederBcc, Claudio Noschese, che illustrerà la risposta che sta nascendo attraverso la costituzione di Banche Solidali, con l’obiettivo di fornire particolare attenzione ai Cittadini con una nuova forma di credito definito appunto “Credito Solidale”, oltre a Prestazioni, Servizi ed Assistenza a 360° gradi, che concorreranno a creare maggiore ricchezza al Territorio, alle Pmi, alle famiglie e, più in generale, a tutti i cittadini residenti, anche quelli stranieri. I relatori, partendo dal quadro generale del sistema creditizio attuale, tratteranno diversi argomenti relativi al credito ed alla finanza, che metteranno i partecipanti in grado di capire quale e come potrebbe essere un sistema creditizio e finanziario basato anche sulla solidarietà. Reinvestimento delle risorse raccolte sul territorio di riferimento per l’80% e Credito Solidale (Credito a Progetto, Microcredito e Microfinanza), pari al 25 % degli utili prodotti, basato sulla partecipazione di un Tutor Professionale e di una Società General Contractor, garanti con il richiedente della restituzione delle somme erogate: sono le peculiarità delle Banche Solidali. Le caratteristiche solidali dei nuovi Istituti di Credito si affiancheranno alle normali attività di una Banca retail ed on-line. Capofila di tutte le Banche Solidali sarà la “BASI – Banca Solidale Italiana S.c.p.a.”, che si costituirà in forma di Banca Popolare, avrà sede legale a Roma e le prime due Filiali operative a Roma ed a Napoli. Numerose richieste, assicura Noschese, “sono pervenute a FederBcc di assistenza a Comitati Promotori per la costituzione di Banche Solidali nel Lazio, in Campania, in Basilicata ed in Sicilia”. Tale tipo di attività creditizia, prosegue il Presidente di FederBcc, “creerà un formidabile volano di crescita per le Pmi, i Commercianti, gli Artigiani, i Professionisti e quanti altri abbiano la capacità di sottoporre un valido progetto, anche se in forma sintetica, alla Commissione per la Solidarietà di una Banca Solidale, che provvederà ad approvarlo o a respingerlo. I nuovi Istituti di Credito saranno un punto di riferimento ed una valida alternativa per quella miriade di Pmi, soprattutto del Mezzogiorno, soggette a procedure sempre più complesse per l’accesso al credito (ancor più con le direttive di Basilea 2) ed a un differenziale del tasso d’interesse, ormai, insostenibile”. Al convegno porteranno il loro saluto il sindaco del Comune di Aversa Domenico Ciaramella, il Consiglio Comunale di Castel Volturno ed i rappresentanti di varie forze politiche.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico