Aversa

Rifiuti, si attende autorizzazione per sito provvisorio

Isidoro Orabona AVERSA. “Potrebbe essere ormai questione di ore per ottenere dal commissariato di governo il nulla osta definitivo per dare il via al sito di stoccaggio provvisorio che ci consentirà di ripulire le strade dei ventisei comuni rientranti nel bacino del Consorzio Ce2”.

A dichiararlo il presidente del GeoEco Isidoro Orabona che da tre giorni, insieme al direttore generale del Consorzio Paolino Romano, ha proposto l’apertura di un sito di stoccaggio provvisorio su un terreno di proprietà dello stesso Consorzio Ce2, nel territorio di San Tammaro, in località Marruzzella, dove potranno essere stoccate ben diciottomila tonnellate di rifiuti, ossia il fabbisogno mensile dei comuni serviti dal GeoEco. “Nei giorni scorsi – ha continuato Orabona – avevamo già ottenuto i nulla osta da parte di Asl e Arpac. Ora, il rinnovato ufficio tecnico del Commissariato di governo sta valutando chi è tenuto a pagare le spese per l’allestimento dell’area: l consorzio, il commissariato stesso o il comune interessato. Poi, credo che nel giro di una quindicina di giorni si riuscirà ad attivare il sito ed iniziare lo stoccaggio. In questo senso mi piace sottolineare che lo stesso Commissariato di governo ci ha riferito che siamo l’unico consorzio attivo”. Orabona ha anche annunziato di aver avuto l’autorizzazione a recuperare tremiladuecento tonnellate di rifiuti. “Al momento, comunque, sul nostro territorio abbiamo circa tremila tonnellate di rifiuti (e si tratta di una stima sicuramente effettuata per difetto) da smaltire e stiamo dando priorità a scuole, ospedali ed altri luoghi pubblici”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico