Aversa

Rifiuti, Consiglio aperto: grande “successo teatrale”

Domenico CiaramellaAVERSA. Gran soirée per la prima dello spettacolo di “ciaramelle giuliane” e “coreuti incazzati”: “Sfoghiamoci così, senza pudor” di Stercoraro, Sassolino & C.

Il riuscitissimo spettacolo, tenutosi ieri al Teatro Comunale d’Aversa, ha visto la partecipazione di tutte le prime donne dell’arte scenica locale. Tra un tripudio di suoni (strani sibili) e colori (prevalevano i toni accesi del rosso e dell’azzurro), la kermesse è durata la “bellezza” di cinque ore e ha visto la partecipazione di un foltissimo ed interessato pubblico. Dopo un inizio leggermente sottotono, lo spettacolo ha assunto la sua vera dimensione di “vacuo sfogatoio”. Non sono mancati i momenti altamente drammatici, né quelli tragicamente comici. Alcune piccole cadute di stile del protagonista principale, giustificabili dalla forte tensione emotiva, hanno ulteriormente “animato” il dibattito tra i “loggionisti”. Il nostro protagonista ha, infatti, apostrofato con un: “Sembri un procacciatore” (d’affari), un comprimario (cittadino) che si era permesso di suggerire alcuni sistemi per uscire dalla crisi “artistica” nella quale versa il nostro primattore aversano. Al protagonista principale si sono affiancati la grande diva venuta da Napoli e la “guest star” che con “assoli” d’indicibile durata hanno letteralmente inchiodato gli spettatori (ancora svegli) alle poltroncine. In ogni modo lo spettacolo “Sfoghiamoci così, senza pudor” di Stercoraro, Sassolino & C., visto il successo ottenuto sarà senz’altro replicato nelle prossime settimane. A quelli che ieri sera si sono persi lo spettacolo suggeriamo, pertanto, di non perdere i prossimi appuntamenti. Il “pistolotto” finale, infatti, pronunciato dall’istrionico protagonista principale, che ha ringraziato la “guest star” perché “purtroppo” è l’unica a poter rappresentare gli interessi dello spettacolo locale presso quei grandissimi managers romani, rimarrà nella storia del Teatro dell”Assurdo come fulgido esempio di lapsus freudiano o, più prosaicamente, di “zappata sui piedi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico