Aversa

In città ultimamente luccica molto “oro”

 AVERSA. Da quando Pupia ha iniziato ad usare il termine “…d’oro” quest’ultimo è stato preso in prestito in diverse occasioni.

Termine che abbiamo spesso usato per identificare appalti a ditte di derattizzazione (operazione “Topo d’oro”), macchine comunali (la “macchina d’oro”), canili pagati a prezzi elevati (operazione “Cani d’oro”) e parcelle onerose per alcuni ed irrisorie per altri (“Parcella d’oro”). Termine, aggiungiamo, che ha prodotto commenti discordanti nei nostri confronti: alcuni hanno detto che siamo “cattivi giornalisti”, altri che abbiamo semplicemente “fatto il nostro mestiere”. A testimonianza che di “oro”, ultimamente, ne luccica parecchio in città il manifesto affisso stamani a firma del movimento Nuovo Sud (rappresentato in assise da Imma Lama e coordinato dal padre Armando), anch”essoche ha coniato l”ormai usuale termine. “Cani d’Oro – 250mila euro (circa 500 milioni delle vecchie lire) per catturare cani randagi morsicatori!”. Questo il titolo del manifesto, relativo all’affidamento del servizio cani randagi ad una ditta di Orta di Atella. “Al sindaco – si legge nel manifesto – ricordiamo che ‘l’appalto d’oro’ è stato affidato, con maggiore costo e con la clamorosa esclusione delle associazioni animalistiche, alla stessa ditta che espletava il servizio anche negli anni passati, ed i cani sono sempre gli stessi, anche se invecchiati. Aumenta la Tassa dei Rifiuti ed ingrassano i cani. Grazie Sindaco!!!”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico