Aversa

Il Centro Santulli Aversa espugna l’Airone Trotolì

Centro Santulli AversaAVERSA. Continua la serie positiva per il Centro Santulli Aversa che conquista la sua dodicesima vittoria su dodici gare disputate, diplomandosi vera protagonista del torneo cadetto e società di spicco tra tutte le categorie del volley femminile nazionale.

La squadra allenata da coach Montemurro trova un Airone Tortolì più in forma che mai, che non manca di stupire e mettere in difficoltà la compagine normanna in più occasioni. Due set recuperati in extremis, quando i giochi sembravano già chiusi, ed una forza di volontà che ha strappato quell’ennesimo punto alle aversane. Nulla da recriminare se non la troppa bontà delle atlete aversane che a tratti concedono facili giocate alle padrone di casa. Assenti tra le fila aversane due attaccanti, Graziella Fattaccio e Paola Di Gennaro, assenze che costringono coach Montemurro a puntare sulla carta Vinaccia, che da centrale si sposta in banda. Mossa che si rivela vincente e che permette di concretizzare un po’ di più il gioco in attacco. Ma alla fine dei giochi, i conti daranno ragione un po’ a tutti i reparti: Sollo, Palmeri, Vinaccia, Casillo e Savostianova si dividono equamente i 114 punti totalizzati. Ma se da una parte pesa la prestazione di un intero sestetto, dall’altra non si può che plaudire ai numeri mostrati da Nale che con i suoi 34 punti si laurea top score della giornata. La partita inizialmente mostra un aspetto che in seguito non si rivelerà veritiero: ci vogliono 23 minuti per chiudere il primo set (25-17) con un vantaggio di ben 10 lunghezze per le aversane alla seconda sospensione tecnica (16-6). Cambia già qualcosa nel secondo set quando le padrone di casa cominciano a picchiare duro e far capire che la gara è tutta da giocarsi: Nale e Palazzini ci mettono del loro e le due squadre vedono distanziarsi di ben pochi punti l’una dall’altra, ma anche stavolta il Centro Santulli riesce a strappare i due punti più importanti (25-23) nel finale. E’ incredibile, invece, quello che succede nella terza frazione: le blues avanti di sei punti sia al primo che al secondo time out tecnico, in procinto di chiudere definitivamente la gara, precisamente sul 23-20, si fanno raggiungere dalle padrone di casa, che approfittano del time out a disposizione di coach Asoni per rimescolare le carte e andare a stravolgere il punteggio con un set portato agli estremi (28-26). Le biancorosse prendono coraggio e si esprimono meglio anche nel set successivo: le due compagini si affrontano a viso aperto, le sarde tentano il tutto per tutto giocando la partita della loro vita, e riescono punto su punto a seguire a braccetto le aversane. E’ il trio Nale, Palazzini, Lo Re che gestisce le giocate nel finale che permettono la chiusura d’autore sul 23-25. Per coach Montemurro però non resta che attendere 13 minuti e vedere il dodicesimo trionfo del suo sestetto: una conferma che lascia l’amaro in bocca per quell’ennesimo punto “perso”, ma che proietta la compagine normanna ai vertici di una classifica che con la vittoria di Potenza contro Mercato S.Severino si delinea sempre più. Ora è sfida aperta contro Benevento che continua la sua corsa a tre punti dalle blues.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico