Aversa

Del Franco (Pd): “La maggioranza non amministra la città”

Francesco Del FrancoAVERSA. “Come volevasi dimostrare sono stato facile profeta, quando, dopo un mese dalla vittoria delle amministrative, la seconda amministrazione Ciaramella non trovava la quadratura per le spartizioni dei posti di potere e la macchina amministrativa aversana era bloccata”.

Lo afferma l’esponente del Pd aversano, Francesco Del Franco. “Tutto come prima. Già allora, prefigurandomi ciò che sarebbe successo, per evitare tanti disservizi e sofferenze agli aversani, consigliavo a Ciaramella di portare in consiglio comunale una crisi ufficiale della maggioranza, di rifarne un’altra, se pure più piccola ma più compatta e coesa, per poi andare avanti nell’amministrazione in modo fattivo ed operoso. Ciò non è stato ed infatti, dopo poco più di un anno, questa nuova amministrazione è ancora ferma al palo e di nuovo rispetto a prima c’è che si sono acuiti gli scontri e le diatribe al suo interno e chi ne sta pagando le pene, come al solito, sono i cittadini aversani. Tanto per stare in tema, uno dei più grossi disservizi che ha procurato questo tallo amministrativo è proprio la mancanza della raccolta differenziata dei rifiuti, cosa che se fosse stata messa in atto da sei anni a questa parte, oggi non ci vedrebbe in queste condizioni anzi, probabilmente il problema dei rifiuti, come in molte altre cittadine che fanno la differenziata, non ci sarebbe. Ma per fortuna i cittadini aversani sono capaci ed intelligenti e davanti al dramma dei rifiuti, mettendo da parte i colori politici, si sono rimboccati le maniche e stanno collaborando con l’amministrazione per imboccare la strada della soluzione del problema, costituendo l’Osservatorio cittadino sui rifiuti al quale partecipano tanti cittadini ed associazioni al di là del colore politico. Tutto ciò ovviamente è l’estrinsecarsi del fallimento politico di questa maggioranza che, davanti al solo problema di organizzare una vera e fattiva raccolta differenziata, si è persa nei meandri delle proprie beghe interne, non avendo la lucidità e non trovando neanche il tempo di pensare come organizzare per bene un servizio integrato dei rifiuti. La verità è sempre la stessa: le recenti elezioni amministrative hanno sì portato ad una vittoria netta di Ciaramella ma ad un successo elettorale che stride però sempre di più con quello politico, anzi oggi è diventato scontro diretto tra due gruppi politici interni alla maggioranza ed ormai l’attività e l’esistenza dell’uno esclude l’altro. Non sempre l”esito dei numeri coincide con il vero “potere” politico. Vincere le elezioni, come è successo per la seconda volta consecutiva a Ciaramella, non sempre significa avere la maggioranza effettiva. Ed oggi la situazione della maggioranza è arrivata ad un punto del non ritorno, e non dico questo solo dal punto di vista politico, ma soprattutto dal punto di vista del cittadino aversano: questa maggioranza non può più lasciare la città non amministrata e i cittadini nei disagi più vari e soprattutto davanti al disastro dei rifiuti. Oggi Ciaramella ha la grande responsabilità di cominciare a governare la città, cosa che non è ancora avvenuta dall’inizio della consiliatura. Se ciò non fosse possibile, allora l’unica, come al solito e come già hanno paventato dirigenti di Forza Italia nemici di Ciaramella, è ridare la parola ai cittadini.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico