Aversa

Cozzolino: “Aversa è a rischio diossina”

Andrea Cozzolino AVERSA. Aversa e l’agro aversano sono ricompresi nell’elenco dei 77 comuni maggiormente colpiti dal rischio diossina.

A confermarlo, questa mattina, nel corso di “Uno Mattina”, l’assessore regionale all’agricoltura Andrea Cozzolino che, nel difendere la salubrità dei prodotti agricoli campani, anche a fronte dell’ormai nota emergenza rifiuti, ha ribadito che il problema sussiste solo ed esclusivamente per quanto riguarda un’ottantina di discariche ubicate in un elenco di 77 comuni ricompresi in quell’area di confine tra le province di Napoli e Caserta. Insomma, anche Aversa ed il suo agro sono ad alto rischio diossina. Una notizia che non è nuova ma che viene confermata pubblicamente anche dalle autorità politiche dopo che lo aveva fatto la massima autorità sanitaria mondiale, l’OMS. Ma quello che più sorprende e la parte successiva delle dichiarazioni di Cozzolino che, per portare acqua al mulino delle produzioni agricole campane, in questi giorni falcidiate da una crisi di vendita senza precedenti, afferma che in questa zona non vi sono produzioni agricole, ma solo zone urbanizzate. A parte il fatto che la circostanza appare ancora più grave se al posto delle campagne vi sono milioni di persone ad essere esposte al rischio diossina e, quindi, all’altissima possibilità di essere colpiti da cancro o da malformazioni fetali, non è affatto vero che non vi siano produzioni agroalimentari in zona. Basta pensare al pomodoro, all’uva da vino, al pascolo delle bufale…. E’ vero, non bisogna creare allarmismo, ma un minimo di sicurezza in più dovrebbe essere garantito a noi già penalizzati dal viverci in un posto che, secondo autorevolissimi rapporti scientifici, ha gradi di inquinamento da diossina più alti della famigerata zona A di Seveso ai tempi dell’Icmesa.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico