Aversa

Consorzi sciolti, Fi ha battagliato per nulla

Isidoro OrabonaAVERSA. Povero “Gianni Letta aversano”, povero Isidoro Orabona, e con lui gli altri due componenti del consiglio di amministrazione del Consorzio Intercomunale per lo Smaltimento Rifiuti Ce2, meglio noto come Consorzio GeoEco.

Ieri mattina il Consiglio dei Ministri ha annunciato lo scioglimento dei consorzi ritenendoli superati dal nuovo corso impresso al settore dello smaltimento rifiuti. Ora, a livello operativo, occorrerà vedere come si giungerà alla sistemazione dell’intera struttura che, ovviamente, a livello operativo, servirà per continuare il lavoro di smaltimento che, comunque, andrà fatto ed anche in maniera più precisa di prima, con l’attivazione della raccolta differenziata entro 120 giorni, pena il commissariamento di quei comuni che non si attrezzeranno in questo senso. Insomma, uno dei maggiori punti di contrasto tra il sindaco di Aversa Mimmo Ciaramella ed il suo partito, Forza Italia, ossia la presidenza del Consorzio GeoEco, con vittoria del primo che era riuscito a piazzare il proprio braccio destro al vertice, è stato vanificato dal sopravvenire di un’emergenza senza pari che ha cancellato o sta cancellando tutti i consorzi campani. A questo punto Golia, Sagliocco e Giuliano saranno forse un po’ meno arrabbiati, anche se altre questioni bollono in pentola. Prima fra tutte il controllo della città, del settore urbanistico (vedi episodio Texas) e del ridimensionamento di Ciaramella per far posto a Sagliocco, Golia e ai loro delfini. E, a proposito di delfini, ma Elia Barbato non era considerato un fedelissimo del nostro Mimmo cittadino? C’è stato forse un tradimento? La risposta alle prossime puntate della telenovela “Anche i politici ….. rompono”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico