Aversa

Asl Ce2, si è insediata la nuova manger Costantini

Antonietta CostantiniAVERSA. Da questa mattina è ufficialmente il quarto direttore generale dell’Asl CE2 di Aversa. Dopo Luciano Magliulo, Francesco Rotelli e Angela Ruggiero, è la volta di Antonietta Costantini, di Piedimonte Matese.

Per lei quello di oggi è stato il primo giorno di lavoro presso la struttura sanitaria normanna. Ad accogliere la nuova dirigente, per il protocollare passaggio di consegna, la ex manager, Angela Ruggiero, nominata a sua volta alla direzione dell’Asl Napoli 4. “E’ un testimone impegnativo – ha affermato la dottoressa Costantini nell’incontrare diversi capi dipartimento, i vertici amministrativi dell’Azienda e dell’ospedale Moscati – ma profonderò il massimo impegno avvalendomi del prezioso apporto professionale di ciascuno di voi”. La dottoressa Ruggiero, nel saluto ha evidenziato che potrebbero esserci novità nella collaborazione tra Asl contigue, sottolineando: “Sono sicura che lavoreremo in sintonia per una programmazione sanitaria più ampia che sia attenta ai bisogni espressi dal territorio”. Tra i primi impegni in agenda della nuova manager lo stato dell’arte per quanto riguarda i rifiuti e l’allarme brucellosi per le bufale. In questo senso si è registrato un primo incontro esplorativo con il responsabile del dipartimento di prevenzione, Pasquale Castaldo Campanile. “Un primo punto – ha dichiarato la nuova manager – su quelle che sono le urgenze del territorio sia sul piano delle conseguenze degli effetti prodotti dall’emergenza rifiuti, sia per quanto concerne la questione brucellosi. Nei prossimi giorni, nel corso di un’ulteriore riunione con il responsabile del dipartimento, effettuerò un esame più dettagliato delle questioni poste e degli interventi in campo”. Il direttore generale ha fatto, poi, con il direttore sanitario, Gaetano D’Onofrio e il direttore amministrativo, Roberto Aponte, un primo punto per quanto riguarda l’organizzazione dei servizi amministrativi e sanitari. “I prossimi giorni – ha concluso la Costantini – saranno dedicati ad una fase di conoscenza anche del territorio e della realtà ospedaliera. A breve, inoltre, ho intenzione di incontrare i rappresentanti del volontariato per tracciare una prima mappatura dei bisogni del territorio e porre le basi di una strategia comune di intervento”.

Insediamento della Costantini

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico