Trentola Ducenta

Festa dello Sport con il sogno di Pechino

Elio Verde, Campione Italiano Assoluto di Judo 60 KgTRENTOLA DUCENTA. L’amministrazione comunale e la cittadinanza di Trentola Ducenta domenica 30 dicembre festeggeranno i loro campioni dello sport per l’anno 2007.

L’occasione sarà quella buona per ritornare nella palestra della scuola media statale “San Giovanni Bosco”, chiusa da diversi anni ed oggi in via di definitiva ristrutturazione (i lavori sono ancora in corso), pronta ad essere riaperta allo sport ed alla scuola. In città si respirà profumo di Olimpiadi grazie ai recenti successi nel judo di due campioni locali, Francesco Faraldo ed Elio Verde, entrambi laureatisi nella stagione 2007 Campioni Italiani Assoluti. Per Faraldo (nato ad Aversa il 14 febbraio 1982, oggi atleta del Gruppo sportivo delle Fiamme Azzurre) una lunghissima serie di tornei ed attività internazionali che addirittura partono dal 1998. In questa annata è stato oro al Torneo Internazionale di Rotterdam, per la categoria 66 chilogrammi, nel 2006 oro al Finnish Open di Vantaa (Finlandia) e bronzo a Brescia al Torneo Pechino 2008. Più giovane è Verde (nato ad Aversa il 10 settembre 1987), categoria 60 chilogrammi, in forza alle Fiamme Oro, di recente argento al mitico Torneo “Jigoro Kano” di Tokyo, ma bronzo al Lido di Ostia e sempre sul podio nel 2006 a Berlino e Jicin. Campione Italiano Junior nel 2005, vincitore della Coppa Italia nel 2005 e 2006. Sembra incredibile ma questi due ragazzi vivono a Trentola Ducenta. Con loro anche Giovanni Alessio (Caserta, 14 settembre 1983), categoria 81 chilogrammi, ai tricolori assoluti medaglia di bronzo, anche lui atleta delle Fiamme Azzurre. Questi tre ragazzi, da soli, sono mezza squadra nazionale e per qualcuno di sicuro si apriranno le porte delle Olimpiadi di Pechino del prossimo anno. Un sogno incredibile per il loro maestro Gino Mottola che da sempre li segue e cura come figli, ma anche il giusto premio per il gran lavoro fatto proprio a Trentola Ducenta presso la “Crazy Fitness”, la palestra dove sono nati e si allenano i campioni del judo italiano. Se il judo la farà da padrone in questa premiazione di fine anno, anche l’atletica ha la sua medaglia italiana, si tratta di Domenico Maiale, che nella categoria M45 e con la propria squadra staffetta della 4×400, l’Arca Atletica Aversa Agro Aversano, è riuscito a conquistare un brillante argento. Ma si continua con il judo, con il quinto posto agli assoluti di Antonio Costanzo (cat. 73 kg.), mentre tra gli esordienti ben si sono comportati, con le quinte piazze nelle categoria Esordienti, Antonio Mattiello (cat. 66 Kg.) e Davide Faraldo (cat. 50 Kg.). Dal calcio arriva l’irlandese Antonio Barbato, figlio di immigrati, oggi tornati a Trentola Ducenta, che ha giocato nelle selezioni giovanili di calcio, calcio irlandese e rugby della sua terra natale. Tornato in Italia è stato portiere del Carinaro, dell’Aversa Normanna e oggi della Tebor Teverola. Ha solo 18 anni e potrebbe essere atleta del prossimo futuro. Riconoscimento anche per due sport non olimpici che vedono in città il Campione Italiano di Step Aerobico, Luciano Mottola, e la presenza della squadra di Biliardo dell’Ariston Trentola Ducenta che milita nel Campionato Italiano di serie A. La mattinata di domenica vedrà anche al presenza dei giovanissimi della Federazione Italiana di Atletica Leggera che si cimenteranno in una manifestazione promozionale di salto in alto aperta a tutti, grazie all’impegno del presidente provinciale della Fidal, il professor Bruno Fabozzi, ed in una esibizione di judo preparata proprio dal maestro Gino Mottola e dai suoi “illustri” allievi. Anche questa manifestazione rientra nel cartellone del Natale in città ma stavolta il pensiero vola lontano al mito di Olimpia. L’in bocca al lupo è d’obbligo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico