Italia

La Campania muore tra rifiuti e criminalità: un grazie ai politici

emergenza rifiuti in CampaniaBando a tutte le chiacchiere che i parlamentari della Regione Campania fanno in tv, sui quotidiani e su tutti i mezzi di comunicazione. È ora di agire perché la Campania si sta spegnendo lentamente, sommersa da enormi quantità di rifiuti industriali e domestici.

Il popolo campano può solo “ringraziare”, altro non può fare, tutti quei parlamentari eletti nelle varie circoscrizioni, per aver difeso la loro terra nel peggiore dei modi dal dopoguerra ad oggi. Per avergli regalato emergenze rifiuti a catena, l’aumento di malattie tumoralie una criminalità in continua crescita che blocca l’economia. Un sottosviluppo che esiste soltanto nella regione dove loro sono nati e cresciuti ed hanno avuto i voti. In una regione dove il lavoro è un sogno di tanti giovani, tanto quelli che hanno superato gli “anta” si sono rassegnati a fare i disoccupati a vita. In un territorio dove le infrastrutture sono inesistenti, la sanità ridotta all’osso, la disoccupazione dilagante, le industrie sono venute per fare ricchezza senza produrre lavoro, il tutto a discapito di un popolo che ha sempre atteso un lavoro mai arrivato. Il federalismo ha provocato solo danni esorbitanti a discapito dei territori del sud e a beneficio di quelli del nord, già ricchi da sempre. In Campania tutto è peggio di tutto. Un “grazie di cuore” per aver ancora una volta dimenticato la vostra terra, quello che avete sempre promesso in campagna elettorale sono risultate semplici chiacchiere a cui la gente ha creduto. Le vostre lusinghe hanno prodotto soltanto illusioni e distrutto una meravigliosa regione. Grazie a tutti i politici di centrodestra e centrosinistra per lo scempio causato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico