Italia

In carcere Azouz Marzouk scrive un libro sulla strage di Erba

Azouz MarzoukROMA. In carcere dalprimo dicembre Azouz Marzouk, accusato di spaccio di droga, ha deciso di ammazzare il tempo scrivendo un memoriale sulla strage di Erba.

Il giovane tunisino che, un anno fa, perse la moglie, il figlio e la suocera ha venduto i diritti del suo libro ad Alessio Sundas. Il manager è già noto per aver ingaggiato per sponsorizzare una linea di abbigliamento Marco Ahmetovic, il rom che guidando ubriaco uccise quattro ragazzi. Sundas, che nei prossimi giorni incontrerà il legale di Marzouk, Roberto Tropenscovino, ha dichiarato: “Nel diario Azouz parlerà della sua vita, della perdita della sua famiglia, delle sue sensazioni, delle impressioni e delle considerazioni dei suoi ultimi anni di vita”. Il libro sarà scritto sia in italiano che in arabo e saranno distribuite 50mila copie. L’avvocato Tropenscovino dopo aver incontrato il suo assistito nel carcere di Vigevano ha affermato: “Azouz sta bene, legge i giornali, guarda la tv ed ha iniziato a scrivere questo diario, un po’ in italiano ed un po’ in arabo. Ci sono le sue riflessioni di questa vicenda e la sua amarezza per quello che ha letto sul suo conto. – ed ha concluso – Non ho ancora trovato un posto dove metterlo per i domiciliari. Solo a metà della prossima settimana presenterò richiesta al Gip di Como”. Intanto la cognata di Azouz, Wafa Bent Salem Hani, ai domiciliari, ha ottenuto la possibilità di poter lasciare l’appartamento per un’ora al giorno per accompagnare i figli a scuola.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico