Italia

Forleo, Csm apre la procedura di trasferimento

Clementina ForleoROMA. La prima Commissione del Consiglio Superiore della Magistratura ha deciso all’unanimità di aprire la procedura di trasferimento per incompatibilità ambientale del gip di Milano Clementina Forleo.

Decisione scontata visto il clima che già ieri si respirava dopo le pesanti dichiarazioni della vicepresidente della Commissione, Letizia Vacca. La stessa Commissione, da circa un mese, si stava occupando delle denunce della Forleo circa presunte intimidazioni e pressioni che la stessa avrebbe subito da “soggetti istituzionali ed appartenenti alle forze dell’ordine”. Secondo l’organo del Csm, però, le dichiarazioni del gip sarebbero insussistenti, non esisterebbe alcun “complotto”, anzi avrebbero turbato gli uffici della procura milanese e, come precisato dalla vicepresidente Letizia Vacca, avrebbero “leso la magistratura”. La stessa vicepresidente ieri, a margine della riunione preliminare, così si esprimeva sulla Forleo e sul collega di Catanzaro Luigi De Magistris, anch’egli oggetto di richiesta di trasferimento: “Credo che sia necessario che emerga che sono cattivi magistrati e non perché fanno i nomi dei politici ma perché si basano su posizioni e non su prove”. La Forleo è titolare dell’inchiesta sulle scalate bancarie ad Antonveneta e Bnl. Inchiesta che, tra gli atti, vede intercettazioni telefoniche di alcuni parlamentari, tra cui il ministro degli Esteri Massimo D’Alema, l’ex segretario dei Ds Piero Fassino, l’altro diessino Nicola Latorre e i tre di Fi Salvatore Cicu, Luigi Grillo e Romano Comincioli. Lo scorso luglio il gip aveva chiesto alla Camera di poter utilizzare 68 intercettazioni di telefonate tra politici e persone indagate. Da quel momento uscivano sui giornali i nomi dei politici coinvolti e i testi delle intercettazioni. Partivano un’azione disciplinare contro il gip e un’ispezione ministeriale alla procura milanese disposta dal ministro della Giustizia Clemente Mastella. Il 2 ottobre la Camera aveva comunque dato il via all’uso delle intercettazioni, rinviando al gip solo gli atti su D’Alema poiché all’epoca dei fatti sedeva al Parlamento Europeo.

Articoli correlati

Il gip Clementina Forleo verso il trasferimento di Antonio Taglialatela del 3/12/2007

La Forleo rinuncia alla scorta di Antonio Taglialatela del 29/10/2007

Forleo denuncia intimidazioni da soggetti istituzionali di Antonio Taglialatela del 26/10/2007

Il gip Forleo: no attestati di solidarietà da chi mi isola di Andrea Barbato del 18/10/2007

Sostegno al pm De Magistris dal gip di Milano Forleo di Andrea Barbato del 5/10/2007

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico