Italia

Berlusconi chiama Fini e Casini all’unità

Silvio BerlusconiPALERMO. Dopo l’incontro di ieri con il leader del Pd Walter Veltroni, Silvio Berlusconi (a Palermo per scegliere il nome del nuovo soggetto politico) chiama a sé gli alleati.

Il messaggio è chiaro e diretto a Fini e Casini, pur senza citarli esplicitamente. “Agli alleati dico che dobbiamo stare tutti insieme, perché dobbiamo unire tutti come vuole la gente”. Il Cavaliere ha spiegato che alla base del suo progetto c’è quello di unire tutti i liberali e i moderati. Inoltre, dopo l’incontro di venerdì, Berlusconi ha anche ribadito di voler tornare prima possibile al voto: “Siamo qui dopo la più grande mobilitazione della storia della Repubblica in cui milioni di cittadini hanno chiesto a questo governo di porre fine alla sua esperienza e di tornare a votare. In una situazione come questa, quando si dimostra che la maggioranza non c’è più, l’unica strada è tornare alle urne. La sinistra ha deluso, siamo invasi dagli extracomunitari e siamo in un punto di non ritorno”.Pronta la risposta da Napoli del leader di An Gianfranco Fini: “L’unità per il popolo del centrodestra è un valore ma non è stata An a definire un ectoplasma la Cdl… L’unità è chiaro che si costruisce non per adesioni ed appelli ma per condivisione di obiettivi, programmi e strategie”.

Ieri Veltroni e Berlusconi hanno discusso per un’ora della riforma elettorale e sembra che tra i due vi siano convergenze, tranne che sull’idea del Cavaliere di andare subito alle urne dopo l’approvazione della nuova legge.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico