Aversa

Si moltiplicano i furti al cimitero

cimiteroAVERSA. Nuovi loculi pronti, maggiore pulizia nei viali e miglioramento dei servizi igienici per l’utenza. Sembrerebbe tutto a posto, ma in realtà il problema principale al cimitero di Aversa resta quello legato alla sicurezza interna.

I furti sono aumentati in maniera esponenziale, soprattutto quelli di rame e diottone, ad opera dei numerosi rom che si aggirano ogni giorno tra i viali del luogo di culto. Molti i cittadini che si lamentano, come la signora Vincenza Mormile, un’anziana che ogni mattina si reca al cimitero: “Mio marito riposa in una delle nicchie esterne e più volte ho trovato il portafiori distrutto. Avevano rubato il contenitore interno in rame. Non è la prima volta che ciò accade”. Al dolore di chi ha un caro che riposa nel giardino dei silenti si associa la difficoltà crescente e la delusione di trovare la tomba profanata da mani ignote. “Si immagini noi persone anziane che la mattina troviamo questi scempi. Non c’è il minimo controllo né di giorno né di notte. Mi sono giunte all’orecchio – ci dice il signor Pasquale Mincione – anche notizie che riguardano furti e scippi ai danni di alcune signore all’interno di questo luogo. Insomma, neanche qui riusciamo a stare tranquilli”. Già in passato i Carabinieri avevano colto in fragranza di reato alcuni rom intenti a rubare proprio il rame e l‘ottone, due preziosi metalli che sul mercato nero, considerando i prezzi del momento,valgono una fortuna. Verosimilmente la possibilità di reperirli in un luogo sacro, ma anche non sorvegliato, è allettante. La vicenda solleva il velo sull’accennata, e mai discussa seriamente, possibilità di estendere il sistema di video-sorveglianza anche nella zona di rispetto cimiteriale. Un’idea che metterebbe d’accordo sicuramente tutti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico