Aversa

Rifiuti, l”emergenza è finita…solo per qualcuno

Cara Befana....AVERSA. Da qualche giorno una frase più di tutte ci rincorre, la troviamo sulla bocca di tutti, quasi sembra un tam tam. No, non ci stiamo riferendo agli auguri di Buon Natale e prospero 2008, ma alla frase “la situazione sta tornando alla normalità”.

Ieri i telegiornali nazionali paventavano questa inquietante verità: l’emergenza rifiuti sta finendo. Addirittura il Tg5 ha titolato “Emergenza rifiuti al termine. Sembra abbiano addirittura aumentato la tassa sui rifiuti solidi urbani”. Sembra? Emergenza rifiuti al termine? Ma come? Non me ne sono accorta o saranno stati i troppi cannelloni ingurgitati a Natale ad avermi provocato il blocco delle attività psico-fisiche? Il dubbio mi assale fino a quando non scendo in strada a fare un giro per la città: Variante, via Giotto, via Michelangelo, il Borgo, piazza Mercato…niente, o meglio tutto, i soliti cumuloni, “abbelliti” dagli scarti del cenone e dalle carte regalo di Babbo Natale. Sulla via del ritorno faccio un ultimo giro a via Diaz e via Corcione, e lì ho l’illuminazione: pulito, tutto pulito e lindo, cassonetti addirittura disinfestati. Ovviamente non tutte e due le strade, un unico punto: il famoso incrocio via Diaz-via Corcione, il famoso posto dove sorge lo studio dei due uomini d’oro di Forza Italia Nicola Golia, coordinatore cittadino, e Giuseppe Sagliocco, consigliere regionale. Capisco a cosa si riferivano i telegiornali nazionali con “E’ finita l’emergenza rifiuti”. Certo, è finita, guarda caso, prima davanti casa loro. Solo una domanda: non era più urgente pulire nei pressi del Presidio Medico Ospedaliero, o ad esempio nella zona dove si svolge la fiera settimanale in cui i rifiuti hanno raggiunto proporzioni stratosferiche? Un dubbio ci assale. Non è che per caso, forse, pure sulla spartizione della mondezza c’è preferenza? Bisogna pulire prima alcuni luoghi e poi gli altri? Ma no, che cattivo pensiero, e poi a Natale dobbiamo tutti essere più buoni. Allora ho deciso: anche se in ritardo, la letterina la scrivo alla Befana per chiederle: “Cara Befana, porta anche a me quello che hai portato all’ingegnere Golia ed all’avvocato Sagliocco, ovvero una raccomandazione ad hoc per togliere la mondezza da tutta, ma proprio tutta, la città. Grazie”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico